“Vinci una fornitura per un anno dei nostri prodotti”. Avete ricevuto un messaggio del genere? Poche righe che promettono offerte davvero irrinunciabili. Ma che nascondono, in realtà, una trappola


 

All’apparenza un messaggio come tanti altri, che non spicca rispetto alla grande quantità di mail che riceviamo ogni giorno e che ci avvisano di offerte promozionali, omaggi e concorsi a premi. Ma dietro quelle righe apparentemente invitanti, che assicurano grande convenienza e qualità, si nasconde in realtà una trappola bella e buona, che nasconde un’amarissima sorpresa per chi non sa a cosa sta andando incontro. “Vinci una fornitura per un anno di prodotti di Giovanni Rana”. Una frase che sembra promettere bene e sulla quale è facile lasciarsi sfuggire un click, incuriositi dal contenuto del messaggio. E che però è in realtà una truffa. A rivelarlo e invitare gli utenti alla massima attenzione sono state le forze di polizia, che hanno scelto il loro profilo Facebook “Commissariato di PS Online” per diramare un importante avviso. Nello specifico, con un livello di allerta phishing di categoria “Alto” e quindi estremamente pericoloso per gli utenti più sprovveduti. (Continua a leggere dopo la foto)








 

“Sono pervenute segnalazioni da parte di utenti che dichiarano di aver ricevuto e-mail su presunti concorsi per vincere una fornitura per un anno di prodotti di Giovanni Rana” si legge sulla pagina. “Come sottolineato dalla stessa azienda, queste e-mail non sono assolutamente riconducibili al proprio marchio”. (Continua a leggere dopo la foto)






 



 

Il consiglio dato dalle forze dell’ordine agli internauti è quello di fare attenzione massima e “non scaricare alcun allegato e non cliccare su eventuali link” perché, precisa la polizia, si tratta di un “messaggio ingannevole”. Quindi, i consigli: “Non fornire dati personali. Tenere sempre aggiornato il proprio programma antivirus. Cestinare l’e-mail”.

“Non aprite quel video”. La nuova, terribile truffa nella quale stanno cadendo centinaia di italiani. Un file da non aprire assolutamente: il rischio è quello di vedersi svuotato il conto nel giro di poche ore

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it