Costa poco più di 100 euro ma, credeteci, vi cambierà la vita. Questo non è un anello ‘normale’ e infatti è subito schizzato in cima ai desideri di molti, uomini e donne. Ecco cos’ha di tanto speciale


 

Sembra un anello banale, come tanti. Certo, non è d’oro né c’è un bel brillante incastonato sopra, ma vi assicuriamo che questa nuova invenzione ha una caratteristica che nessun altro prezioso in circolazione ha mai avuto. Intanto non è poi così caro. Sul sito ufficiale costa circa 115 euro ed è disponibile in vari colori. Ma a cosa serve? Rappresenta il futuro dei pagamenti. Sì, perché se nel corso di questi ultimi anni la tecnologia ha fatto passi da gigante in tal senso, pensate per esempio ad Apple Pay e ad Android Pay, e messo così in disparte contanti e bancomat, adesso pagare sarà ancora più semplice e immediato. Tutto grazie alla cosiddetta tecnologia contactless, che ormai sembra essere diventare indispensabile per gli acquisti. Ma tornando a noi, come funziona questo anello? Dotato di chip Nfc, basterà associarlo alla propria carta di credito e avvicinarlo al Pos. E il gioco è fatto. (Continua a leggere dopo la foto)



 

Immaginate che bello poter pagare in movimento, senza dover tirare sempre fuori il portafogli? Pensate, per esempio, a quando siete in spiaggia o a quando fate sport. Non dovrete più nemmeno pensare a dove lasciare la borsa perché non ne avrete più bisogno. E non essendoci bisogno di pin, potete dire addio a quei momenti di panico in cui non proprio non ve lo ricordate. Questo anello in particolare, che è prodotto da Kerv, è ancora più “intelligente” e rivoluzionario degli altri in commercio perché non richiede una connessione allo smartphone per funzionare. (Continua a leggere dopo le foto)



 

Basterà solo configurarlo e collegarlo così a un account Mastercard prepagato al quale è possibile poi associare la propria carta di credito. In sostanza la carta ricarica l’account, dal quale l’anello scala poi i soldi durante i pagamenti. Pagamenti che però arrivano fino a 34 euro. L’anello è di ceramica, impermeabile e antigraffio e, altro particolare non da poco, non va ricaricato. Fa tutto da solo, quindi. Essendo collegato al circuito MasterCard, poi, al momento funziona in circa 6 milioni di esercizi commerciali sparsi per tutto il mondo. Insomma, è proprio il caso di dire che il futuro dei pagamenti si mette al dito.

È piccolo, in silicone e costa meno di un pacchetto di caramelle. Ah, è già l’ossessione di molte. Questo ovetto colorato è pratico, economico e utile. E quando scoprirete a cosa serve scommettiamo che la reazione sarà: “Perché non ci hanno pensato prima?