Qualcosa da nascondere? Ecco l’app che cancella i vostri post imbarazzanti…


 

A quanti di voi è capitato di postare sui social frasi o foto imbarazzanti, colti magari dall’ebbrezza alcolica, per poi dopo pentirvene? Ecco, arrivano buone notizie. É nata Clear la nuova app che permette di scandagliare i contenuti che abbiamo pubblicato negli anni su Facebook, Twitter ed Instagram ed eliminare i tweet e i post che giudichiamo inopportuni e potenzialmente offensivi.

 

(Continua dopo la foto)



L’ha ideata e realizzata Ethan Czahor, un trentenne che, dopo una brutta esperienza proprio in questo senso ha deciso di rimediare. Assunto a febbraio 2015 come nello staff dell’ex governatore della Florida, il repubblicano Jeff Bush, il giovane advisor è stato licenziato dopo solo due giorni: media avevano scoperto alcuni vecchi tweet e post del suo blog con contenuti sessisti, omofobi o politically incorrect. “Dopo il college – ha spiegato Ethan – ero andato ad Hollywood per studiare improvvisazione teatrale. Usavo Twitter per testare i miei sketch, si trattava prevalentemente di contenuti umoristici indirizzati alla mia cerchia di amici. Dopo aver cambiato carriera e ottenuto finalmente il lavoro dei miei sogni questi contenuti sono stati decontestualizzati per farmi apparire la persona che non sono, un’operazione che mi è costata la carriera. Ho creato Clear per far sì che questo non avvenga mai più a nessuno”. La app è ancora in fase sperimentale, disponibile per iPad e iPhone, funziona ricercando specifiche parole chiave, ad esempio analizzando tutte le frasi con riferimenti a minoranze etniche, all’orientamento sessuale o formulate in un linguaggio considerato inappropriato. Occorre registrarsi e mettersi in una lista di attesa, ma la promessa di Czahor è quella dii implementarla a breve su altre piattaforme e renderla disponibile anche per controllare i contenuti delle proprie ricerche su Google o i post sul proprio blog.