Matrimoni gay, anche la street art festeggia la vittoria irlandese


La “cattolica Irlanda” è stato il primo paese al mondo a stabilire il matrimonio gay attraverso un voto popolare. Per arrivare a questi risultati si sono mosse personalità di spicco del mondo politico e artistico come il premier Enda Kenny e il leader degli U2 Bono. Lo street artist irlandese Joe Caslin, sostenitore assoluto delle nozze gay, lo ha fatto a modo suo realizzando nel centro di Berlino un grande murales che raffigura due uomini che si abbracciano e per una sorta di par condicio, ne ha realizzato un altro in un castello del XV secolo, a Galway, nella bella campagna irlandese, dove sono rappresentate due donne che si stringono teneramente.



Secondo l’Irish Time, questo lavoro è ispirato al quadro “The Meeting On Turret Stairs” di Frederic William Burton, pittore irlandese del XIX secolo.


“Le immagini che voglio mostrare rappresentano delle cose degne (…) Mostrare che al centro di questo dibattito c’è solo e soltanto l’amore, che le persone dovrebbero essere uguali, non importa la forma che prende la loro relazione” ha dichiarato Caslin, che ha spiegato che i collage sono totalmente biodegradabili e che sono stati realizzati con l’autorizzazione dei proprietari degli immobili in entrambi i casi.

 

Leggi anche:

Irlanda, sì ai matrimoni gay. Ecco i 21 Paesi al mondo che li riconoscono…