“Sono distrutta”. Va al cimitero a trovare il figlio morto e succede l’incredibile. Voleva solo ‘festeggiare’ il 12esimo compleanno del suo bambino, aveva portato con sé fiori e palloncini. E adesso giura: “Mai stata così male nella mia vita”

Ti potrebbe interessare: L’AMORE VINCE TUTTO. IL VIDEO VIRALE CHE SPOPOLA IN RETE…

Immaginate la tristezza e la rassegnazione di una mamma nell’andare a trovare il proprio figlio al cimitero. Sotto Natale e nel giorno in cui il suo bambino che ora non c’è più avrebbe compiuto dodici anni. Michelle si era fatta coraggio e, vista l’occasione speciale, aveva portato con sé fiori e palloncini per ‘festeggiare’ Bailey, che era nato prematuramente nel 2005 salvo poi andarsene un mese dopo per via di un’infezione poi rivelatasi fatale. A questo quadro tutto fuorché felice, perché la morte di un figlio è già di per sé devastante, aggiungete che la signora, che all’anagrafe è Michelle Marshall, si è trovata in una situazione a dir poco assurda quando è arrivata di fronte alla tomba del figlio. Succede tutto nel cimitero di Ballyvester, a Donaghadee, in Irlanda del Nord che, a quanto pare, ha un sospetto problema di drenaggio perché Michelle è letteralmente sprofondata nel fango fino alle gambe. Per sua fortuna lì vicino c’erano altre persone e una di loro l’ha aiutata a uscire dal pantano. La donna, ovviamente sconvolta, ha poi raccontato di aver perso le scarpe: “Sono finite sepolte con mio figlio”. (Continua dopo la foto)


Un’occasione solenne e già difficile da dover affrontare, quella del compleanno del figlio che non c’è più, finita ancora peggio. Anche perché, come scrivono i tabloid britannici, in più di un’occasione Michelle si era già lamentata con i vertici del Ards e North Down Borough Council per lo stato del cimitero. “Sono più arrabbiata di quanto non lo sia mai stata in tutta la mia vita. Oggi è il dodicesimo compleanno di mio figlio e sono andata alla sua tomba nel cimitero di Ballyvester a portargli dei fiori e dei palloncini, ma sono finita seppellita fino alle ginocchia”, ha scritto su Facebook. “Mi hanno tirato fuori mia sorella e un altro uomo e non avevo più nemmeno le scarpe. Sono finite sepolte con mio figlio! Secondo la nostra amministrazione questo succede solo quando ci sono condizioni meteorologiche estreme!”. (Continua dopo le foto)

{loadposition intext}
“Non potete immaginare come ci si sente ad andare alla tomba di tuo figlio per salutarlo nel giorno del suo compleanno. Sono completamente distrutta”, ha aggiunto la Marshall sempre sul social network. Suo figlio Bailey, che come detto è morto un mese dopo essere venuto al mondo, è stato sepolto nel cimitero di Ballyvester nel 2006 e Michelle sostiene di aver avuto diversi problemi da allora. Quindi da più di dieci anni. Ha anche rivelato a BBC News che pensava di esumare i resti del suo bambino a causa della situazione precaria del cimitero. Dopo aver condiviso le foto della tomba coperta di fango, dal Comune sono arrivate le scuse e adesso lei “spera che il problema venga risolto”.

“Non ne possiamo più, è una cosa atroce”. Nel 2015 il loro piccolo Giacomo morì a soli 9 anni a causa di un tumore, ma oggi la loro agonia continua. Nel cimitero dove il bimbo è sepolto gliene stanno facendo di tutti i colori: una storia assurda e vergognosa. Cosa hanno raccontato i genitori