Un normale pranzo in famiglia finisce in ansia e preoccupazione. Urla a non finire e capricci senza motivo e tutti i familiari agitati. Questa dolcissima bambina aveva una strana sindrome e nessuno lo sapeva. Cosa è successo

 

Molly è una bimba di pochi mesi, dolcissima come tutti i frugoletti della sua età. È una bambina molto tranquilla, buona e socievole, tanto che i genitori la conducono con loro spesso. Jessica e Scott Walker, di 32 anni, provenienti da di Wichita nel Kansas (Usa) qualche giorno fa hanno deciso di portare la loro piccola a pranzo fuori con tutta la famiglia, una giornata serena con i cari e insieme alla più grande gioia della loro vita. Non era la prima volta che veniva organizzato un pranzo familiare e in passato tutto era filato lisco e Molly era stata bene in compagnia di tutti.

Ma all’improvviso qualcosa è andato storto e la piccola ha iniziato a fare stare male, urlava ed era molto nervosa. Immediatamente Jessica e Scott hanno deciso di riportarla a casa.
(Continua a leggere dopo la foto)



{loadposition intext}
Rientrati, erano molto in apprensione per la piccola che faceva dei capricci inusuali e come di consueto è stata cambiata per metterla comoda e anche per capire cosa non andava. Levandole le calze il signor Walker ha notato qualcosa di molto strano sulla punta del suo piedino. Le dita sembravano come strozzate e la bimba non sopportava che le venissero toccate. Si trattava della cosiddetta “sindrome del laccio da peli” che provoca un edema e un eritema nella parte distale del dito e un conseguente ritardo del riempimento capillare. Dopo aver individuato la pericolosa patologia, la mamma di Molly, Jessica, che è un’infermiera, ha rimosso i peli utilizzando una pinzetta ed una lente d’ingrandimento.
(Continua a leggere dopo la foto)

Questa sindrome può colpire anche il pene e i lobi delle orecchie e avviene quando una piccola ciocca di capelli, o anche un solo capello, si avvolge intorno a una di queste parti del corpo, in modo così serrato da bloccare la circolazione del sangue. In alcuni casi, l’unica soluzione per rimuoverla è l’amputazione.
(Continua a leggere dopo le foto)

I due genitori, dopo questa esperienza che li ha messi in grande apprensione, hanno voluto condividere su Facebook la foto del piede della bimba per renderla nota anche a chi non la conosce ancora. Il post ha ottenuto più di 10mila condivisioni. Dopo che il dito di Molly è tornato nella condizione di normalità, Scott ha raccolto informazioni sull’Hair Tourniquet e ha capito che, nonostante sia particolarmente diffuso tra i bambini, la figlia può considerarsi fortunata poiché in alcuni casi è molto difficile rimuovere il “laccio da peli” solo con una pinzetta.

Ti potrebbe interessare anche: Sono una giovane coppia innamoratissima e in attesa del loro primo figlio. Tutto è perfetto. Poi l’atroce diagnosi: “vostro figlio morirà”, un dolore assurdo, ma loro si rassegnano. Arriva il giorno del parto e quello che succede…

Pubblicato il alle ore 20:47 Ultima modifica il alle ore 11:29