”Stringimi il collo”. Sesso violento con un 52enne dopo un festino a base di alcol. Dopo il rapporto lui si addormenta e, solo la mattina, fa la tragica scoperta

 

”Un tragico incidente”. Questa la ricostruzione di Edward Tenniswood, 52 anni ed ex contabile, sotto processo per l’omicidio della cameriera 20enne India Chipchase, morta durante un rapporto sessuale violento. Al processo per l’assassinio avvenuto a Northampton, in Inghilterra, ha spiegato che era stata proprio la ragazza a chiedere che le stringesse il collo durante il rapporto sessuale e di continuare fino all’orgasmo.

L’uomo, inoltre, sostiene di non ha fatto nulla perché pensava stesse dormendo.


(Continua a leggere dopo la foto)

{loadposition intext}

Su Edward Tenniswood pende un’accusa pesantissima. Secondo la ricostruzione dei fatti degli inquirenti, l’uomo ha convinto la ragazza ad andare a casa sua per poi violentarla e strozzarla. Il 52enne continua a negare e alla corte ha detto che è poi andato a comprare un kebab, mentre lei giaceva morta su un materasso. 

(Continua a leggere dopo la foto)

 “Ero così stanco. Mi sono girato e l’ho abbracciata, coccolata prima di dormire… Quando ci siamo svegliati – scusate, quando mi sono svegliato – credevo stesse dormendo. Ho acceso una sigaretta e mi sono versato un po’ di vino”. E ha aggiunto che temeva avesse avuto un ictus o fosse caduta da ubriaca.

(Continua a leggere dopo la foto)

La storia raccontata però non convince nessuno e per questo motivo adesso l’uomo è accusato di omicidio. Al Birmingham Crown Court ha affermato che il suo era semplicemente un “modo vigoroso di fare l’amore”. “Ero convinto che fosse ancora viva, – ha detto ancora Tenniswood – in una sorta di coma. Ho preso la decisione di uscire, comprare cibo e calmarmi”.

 

Porno in aeroporto. Aspettavano i bagagli quando, per errore, sugli schermi è partito il sesso esplicito. E queste immagini hanno fatto il giro del web

Pubblicato il alle ore 17:46 Ultima modifica il alle ore 11:32