Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
ritrovata dopo 40 anni holly crouse

“Ma è lei, ritrovata dopo 40 anni”. Morti i genitori, era scomparsa: oggi, 42enne, scopre tutto

  • Storie

Ritrovata dopo 40 anni. Questa è l’assurda storia di “Baby Holly”, figlia di due genitori trovati uccisi in Texas più di 40 anni fa. A distanza di tutto questo tempo la donna è stata trovata (viva) grazie all’aiuto del Dna. A dichiararlo è il procuratore generale dello Stato. La Crouse, che oggi ha 42 anni, non era stata trovata con i suoi genitori sulla scena del delitto del 1981. Solo nel 2021 la coppia era stata identificata proprio grazie al test del DNA.

Ora le forze dell’ordine del Texas hanno dichiarato di aver trovato la figlia, ma i due casi di omicidio rimangono aperti. Non solo: gli stessi hanno dichiarato che una misteriosa setta religiosa potrebbe essere responsabile delle morti. Ma andiamo con ordine, Tina Gail Linn Clouse e Harold Dean Clouse Jr si erano trasferiti dalla Florida al Texas poco prima di essere trovati apparentemente uccisi nei boschi di Houston. In un comunicato di mercoledì, la neonata, ora una donna, è stata ritrovata dopo 40 anni.

ritrovata dopo 40 anni holly crouse


Ritrovata dopo 40 anni: l’incredibile storia di Holly Crouse

La donna in questione vive in Oklahoma ed è madre di cinque figli. Ha saputo per la prima volta della sua identità quando la polizia le ha fatto visita sul posto di lavoro, martedì, nel giorno del 63° compleanno del padre. Per lei la notizia un “regalo di compleanno dal cielo”, in una dichiarazione rilasciata dai funzionari.

ritrovata dopo 40 anni holly crouse

È stato specificato che i genitori adottivi della ragazzina ritrovata dopo 40 anni, non sono sospettati di avere alcun ruolo negli omicidi. “Due donne che si sono identificate come membri di un gruppo religioso nomade hanno portato Holly alla chiesa”, hanno detto. “Indossavano abiti bianchi ed erano a piedi nudi”.

ritrovata dopo 40 anni holly crouse

Non solo: il procuratore ha aggiunto che una donna, che si faceva chiamare “sorella Susan”, ha contattato le famiglie di entrambe le vittime nel 1980 o 1981, dicendo che la coppia si era unita al gruppo e aveva rinunciato a tutti i propri beni. Come se non bastasse la stessa donna si offrì di vendere loro l’auto della coppia. Tre membri del gruppo sono stati presi in custodia dalla polizia, ha dichiarato Webster, ma finora gli investigatori non sono riusciti a trovare alcun verbale di arresto.

“L’abbiamo ritrovata…”. La ragazza che a soli 19 anni era scomparsa da casa: oggi arriva la notizia che nessuno voleva leggere


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004