Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Morta nel bagno

“Purtroppo è lei”. Scoperta choc nel bagno del centro commerciale, era scomparsa da giorni

  • Storie

Morta nel bagno del centro commerciale. Terribile scoperta all’interno del centro commerciale “Columbiana Center” a Columbia (Carolina del Sud), quando una donna di 63 anni, scomparsa quattro giorni prima, è stata trovata senza vita all’interno del bagno.

Bessie Durham era scomparsa da un negozio della catena Belk e dalla denuncia di scomparsa del figlio si si sono attivate le ricerche, concluse purtroppo con la tragica scoperta del cadavere della donna all’interno del bagno del Columbiana Center. Secondo quanto riporta il coroner della contea di Lexington Margaret Fisher a People, il decesso della donna risale al al giorno della scomparsa.

Leggi anche: “Guardatelo”. Choc al centro commerciale, se ne accorge mentre è con la figlia. Terribile scoperta

Morta nel bagno


Morta nel bagno del centro commerciale, Bessie Durham aveva 63 anni

La donna morta nel bagno del centro commerciale è stata vista l’ultima volta nel filmato di sorveglianza mentre entrava nel bagno quattro giorni prima. “La nostra famiglia ha il cuore spezzato per la perdita di Bessie Durham”, ha scritto suo figlio Bobby Johnson su Facebook giovedì. “Siamo ancora sotto choc e chiediamo a Dio di fornire la pace durante questa circostanza imprevista”.

Morta nel bagno

“Chiediamo le vostre preghiere e che rispettiate la nostra privacy durante questo periodo”, ha continuato. Il figlio della donna morta nel bagno del centro commerciale ha aggiunto che l’autopsia ha confermato che che la donna è morta per cause naturali. L’ufficio continuerà a indagare sulla morte di Durham insieme alla polizia della Columbia.

La donna morta era impiegato da KBS, una società di servizi che si occupa della pulizia dei negozi in tutto il centro commerciale. “KBS porge le nostre più sentite condoglianze alla famiglia e agli amici di Bessie Durham”, ha detto un portavoce dell’azienda a People. “Abbiamo contattato le forze dell’ordine per supportare le loro indagini e collaborare in ogni modo possibile. KBS sta fornendo assistenza e servizi agli altri membri del nostro team. Non avremo ulteriori commenti in attesa dei risultati di qualsiasi indagine in merito”.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004