Linda: “Mi ha tradita con la nostra dipendente mentre ero incinta del nostro bimbo”

Il quotidiano Repubblica ha aperto una rubrica in cui i lettori possono raccontare senza filtri i propri tradimenti e spiegare anche i motivi che spesso spingono una persona a tradire. Questa è la storia di Linda, 40enne napoletana tradita dal marito mentre era incinta e lei credeva che l’arrivo di Luca sarebbe stato il momento più bello della loro vita. L’incontro all’Università, il corteggiamento di lui, le reticenze di lei (perché Daniele era un famoso playboy) poi la voglia di lasciarsi andare e iniziare una storia d’amore coronata dal matrimonio.

Anche la loro carriera andava alla grande, i due aprono un’agenzia di comunicazione e decidono di avere un figlio. “Io non riuscivo a restare incinta. – scrive Linda a La Repubblica – Abbiamo consultato una sfilza di dottori: eravamo sani e nessuno dei due aveva dei problemi, se non tanto stress. Sì avere un bambino era diventata un’ossessione, più mia che sua a dire la verità e questo non aiutava. Una sera dopo una litigata furibonda ci siamo ritrovati a fare sesso in modo selvaggio: era un modo per fare pace, era un modo per scaricare tutta quella tensione che ci stava togliendo la gioia di vivere. Quella notte mentre arrivava l’orgasmo ho sentito che potevo essere mamma, che stavamo concependo nostro figlio”.

tradita incinta linda

“Un’intuizione, una sensazione profonda mai provata prima. E poco dopo le analisi mi hanno dato ragione: finalmente ero rimasta incinta. Anche Daniele era al settimo cielo come me. – ha raccontato ancora – Al quinto mese di gravidanza il mio ginecologo mi ha consigliato di decelerare con il lavoro e di mettermi un po’ a riposo. Non c’era nessuna controindicazione nel fare l’amore con mio marito, ma io non volevo, non me la sentivo. Una sera gli ho detto che se era così importante di andarsi a sfogare da un’altra parte. Non immaginavo mi avesse preso veramente in parola. Perché poco dopo la nascita di Luca, la verità è venuta a galla”, ha spiegato ancora Linda.


Daniele si frequentava con una dipendente, Carlotta, ma per lui non era una semplice scappatella. “Dopo tre mesi di convivenza forzata mi ha detto che così non ce la faceva e che sarebbe andato via di casa. Io ero così tramortita dal dolore che non ho detto nulla.

tradita incinta linda

“Sono passati cinque mesi e Daniele non è ancora tornato a casa e l’unica cosa che mi dà la forza di andare avanti è l’amore per mio figlio. Mio marito dice che si sta prendendo solo lo spazio per capire e io sto provando a fare lo stesso. In cuor mio spero che si ravveda e che questo tradimento sia solo una ferita momentanea che ha squarciato la nostra serenità. Ho questa grande speranza e non voglio smettere di confidare di vederlo tornare, per me, per Luca e per tutto il bene che possiamo ancora darci”, ha concluso.

Secondo Matteo Merigo, psicologo, psicoterapeuta e sessuologo “c’è sempre un elemento che tutti i genitori, in questa storia Linda e Daniele, dovrebbero tener in considerazione: può cessare l’amore tra due persone, può cessare l’unione affettiva e non esser più marito e moglie, ma si continua a esser genitori. Questo dovrebbe esser sempre chiaro”.

Pubblicato il alle ore 15:05 Ultima modifica il alle ore 15:05