“E se morissi?”, aveva scritto sul suo blog. Poi va a fare jogging nel parco, come sempre. E dopo ore la scoperta choc: ecco in che condizioni l’ha trovata suo padre, che quel giorno non era andato a correre con lei…

 

In tutto il mondo, soprattutto nei paesi occidentali, i casi di stupro si moltiplicano anno dopo anno. Un recente studio ha stilato la lista dei dieci paesi con il maggior numero di stupri al mondo: nelle prime tre posizioni di questa lista troviamo 3 paesi di cui 2 sono occidentali. Al terzo posto sta la Svezia, che ottiene il primato europeo per gli stupri, poi al il Sudafrica dove il 25% degli uomini ha ammesso di aver stuprato nella sua vita una donna e infine sul gradino più alto del podio, gli Stati Uniti d’America.

Il paese di Barack Obama ha raggiunto il primato con il più alto numero di casi di stupro: una donna su sei è stata violentata e il 91% dei casi di violenza sono a danno delle donne.


(Continua a leggere dopo la foto)

{loadposition intext}

Il presidente Barack Obama nel 2014, per far fronte al problema, aveva anche allestito una task force per occuparsi dei college americani: 51 università sono finite sotto inchiesta e proprio queste sarebbero il luogo preferito dai molestatori, per avvicinare e trovare le vittime.

(Continua a leggere dopo la foto)

La storia di Karina Vetrano, logopedista 30enne originaria di New York, è il nuovo caso di stupro che sta facendo inorridire l’America intera. La giovane, aveva un blog sul quale scriveva di viaggi, libri e corsa e qualche giorno fa aveva parlato della sua paura per la morte. “Vi siete mai trovati a pensare di morire? A volte, quando mi sento veramente triste e sola, mi chiedo: ma se morissi improvvisamente per uno strano incidente cosa accadrebbe?” così aveva scritto sul suo sito con un pizzico di tristezza. Quando martedì mattina era uscita da casa per fare jogging, non poteva sospettare che le sue paure si sarebbero trasformate in realtà.

(Continua a leggere dopo la foto)

La giovane aveva indossato le scarpe da tennis, aveva salutato il padre e si era diretta verso lo Spring Creek Park nel Queens. Dopo ore di attesa però, il padre preoccupato per il ritardo della figlia, si era diretto verso il parco e ha fatto una scoperta sconvolgente: la figlia priva di vita, in mezzo alle sterpaglie e con i pantaloni abbassati. La polizia è subito arrivata nella zona e secondo le prime ricostruzioni, la ragazza sarebbe stata violentata, strangolata e poi lasciata a pochi metri da una pista ciclabile. Secondo coloro che abitano vicino al parco, il luogo sarebbe ormai da mesi occupato da decine di senza tetto, spesso ubriachi e molesti. Proprio per questo la polizia ha interrogato due senza tetto, rilasciati dopo poche ore. La ricerca del killer continua e gli agenti stanno facendo tutto il possibile per assicurarlo alla giustizia. Il popolo del web intanto si è commosso e migliaia di commenti di cordoglio sono arrivati sul blog della ragazza.

“Mi hanno drogata e poi mi hanno violentata”. Le accuse choc della modella contro i due super vip stanno facendo il giro del mondo. Si prevede un terremoto mediatico…

Pubblicato il alle ore 09:55 Ultima modifica il alle ore 11:31