Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

Beve tanta acqua tutta insieme e muore. Prima il malore, poi la spiegazione dei medici

  • Storie

Morta dopo una gita con la famiglia per ‘avvelenamento da acqua’. Esattamente quattro litri in venti minuti, ma non riusciva comunque a saziare la sua sete. Aveva 35 anni e lascia il marito e due bimbe piccole. Si chiamava Ashely Summers ed è deceduta proprio a causa dell’eccessivo consumo di acqua in un arco di tempo troppo breve per consumare tutta quella quantità. È successo a inizio luglio: mentre era in gita sul lago Freeman per un’escursione in barca con i suoi cari ha iniziato ad accusare una forte disidratazione.

Per questo motivo la giovane mamma dell’Indiana, Stati Uniti, ha iniziato a bere in modo eccessivo dopo aver lamentato un forte mal di testa e altri sintomi di disidratazione, come il sentirsi stordita. Una sete che non riusciva a placare con nessuna quantità d’acqua, ha spiegato al marito durante quel weekend in barca che doveva essere di puro divertimento e invece, una volta tornati a casa, è finito in tragedia.

Leggi anche: “Ciao, sono io…”. Perde il marito e decide di donare gli organi. Dopo 10 anni succede una cosa


Morta per ‘avvelenamento da acqua’: aveva 35 anni

Finita la gita, infatti, Ashley Summers è tornata a casa con il marito e le figlie piccole, ma improvvisamente è crollata in garage. È stata portata d’urgenza all’Indiana University Health Arnett Hospital con un grave gonfiore al cervello, ma la 35enne non ha mai più ripreso conoscenza. È stato il fratello Devon a spiegare cosa le è successo.

“I medici hanno diagnosticato a mia sorella una tossicità idrica, nota anche come iponatriemia, causata da bassi livelli di sale nel sangue. Può verificarsi quando si beve troppa acqua in un breve periodo di tempo, diluendo i livelli di sodio nel corpo”, ha raccontato dopo il dramma ai media americani il fratello di Ashley, che essendo una donatrice di organi ha salvato ben cinque vite.

“Questo travolge la capacità dei complessi sistemi di organi del corpo, principalmente i reni, di regolare l’equilibrio dei fluidi. I sintomi includono malessere generale, crampi muscolari, dolore, nausea, vomito e mal di testa. Nei casi più gravi, il cervello può gonfiarsi, il che può portare a confusione, convulsioni, coma e morte. È stato un grande choc per tutti noi”, ha concluso Devon.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004