Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Amputati quattro arti

“Dobbiamo amputare tutto”. Mamma 35enne senza mani e gambe per un banale problema di salute

  • Storie

Amputati quattro arti per una sepsi. È la triste storia di Sadie Kemp, di Peterborough, Cambridgeshire, in Inghilterra, giovane a cui i medici hanno dovuto amputare le mani ed entrambe le gambe sotto il ginocchio a causa di una necrosi dovuta da una gravissima sepsi, un’infezione generalizzata che può interessare uno o più organi e che può arrivare a comprometterne la funzionalità.

Spesso la sepsi è dovuta al passaggio nel circolo sanguigno di microrganismi che provengono da altre sedi colpite da infezioni. Sadie Kemp ha rischiato di perdere la vita e lasciare da soli i suoi due figli e il marito, ma grazie ai medici e alla sua grande forza di volontà, dopo oltre cento giorni in ospedale, è riuscita a sopravvivere. La donna ha raccontato il suo incubo sui social dove ha scritto: “Ringrazio i miei figli, mi hanno dato la forza per andare avanti”.

Leggi anche: “Nel mio petto batte il cuore di suo fratello”. Anna e Shana, l’incontro dopo 9 anni di ricerche

Amputati quattro arti Sadie Kemp


Amputati quattro arti per una sepsi: la storia di Sadie Kemp

I problemi sono iniziatati a Natale del 2021, quando la donna era andata in ospedale per un forte dolore alla schiena. I medici avevano pensato a un disturbo dei reni e l’avevano rimandata a casa ritenendo che la situazione non fosse grave, ma qualche giorno dopo si sono presentati nuovi problemi e dolori. Sadie è tornata in ospedale e a questo punto i medici hanno fatto una diagnosi terribile: choc settico causato da un calcolo renale.

Amputati quattro arti Sadie Kemp

Lo choc settico costituisce la più importante e temibile complicanza della sepsi, ossia della risposta infiammatoria che l’intero organismo produce in presenza di batteri nel sangue (batteriemia) causando spesso disfunzioni o insufficienza degli organi vitali. A questo punto la situazione era gravissima e i medici hanno provveduto al ricovero d’urgenza della donna con una cura mirata e salvavita. Purtroppo i medici hanno dovuto procedere all’amputazione degli arti ormai in necrosi.

Amputati quattro arti per una sepsi – Non solo l’amputazione degli arti, la donna è entrata in coma ed è stata in ospedale per 103 giorni. Fortunatamente oggi si è ripresa e dal suo canale TikTok ha voluto raccontare il suo calvario. Tantissimi interventi chirurgici e tanta forza di volontà. Oggi Sadie si sente un ‘miracolo’ e ha deciso di parlare della sua esperienza per dare un messaggio alle persone che soffrono e ai suoi due bambini.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004