“Ma cos’è?!”. Impressionante scoperta a Napoli. È stata “pescata” dalle acque nell’incredulità generale. “Un vero spettacolo”


 

Le scoperte sensazioni avvengono quasi sempre così, per caso. Soprattutto in un territorio come quello italiano in cui millenni di storia di sono susseguiti l’uno sull’altro lasciando testimonianze uniche. Stavolta, ad esempio, la scoperta risale addirittura al I secolo dopo Cristo, ossia con circa duemila anni di vita. È quanto hanno ripescato nelle acque del Golfo di Napoli i carabinieri del nucleo subacquei e della Tutela del patrimonio culturale: un’anfora romana. Una “pesca” dall’elevato valore storico e culturale, arrivata dopo che, nel corso di servizi di immersione, i subacquei dell’Arma avevano individuato l’anfora sul fondale del Golfo. Il manufatto si trovava a una profondità di circa 50 metri, nelle acque antistanti la riviera di Chiaia. La Soprintendenza archeologia delle belle arti e del paesaggio per l’area metropolitana di Napoli ha autorizzato il recupero del prezioso reperto archeologico, che è stato effettuato alla presenza di esperti della stessa Soprintendenza e dei carabinieri del Nucleo Tpc. (Continua a leggere dopo la foto)



Da una prima analisi, l’anfora recuperata sarebbe di tipo dressel (dal nome dell’archeologo tedesco che per primo studiò e cercò di classificare questi particolari vasi di terracotta): è alta circa 90 centimetri e risalirebbe come scritto al I secolo dopo Cristo. Non si sa naturalmente cosa contenesse: se vino, olio o qualche altra derrata alimentare. (Continua a leggere dopo le foto)



 

Chissà che non riescano a dircelo le analisi a cui l’anfora sarà sottoposta dopo le necessarie operazioni di desalinizzazione, dal momento che è rimasta in mare per millenni prima di tornare probabilmente nel luogo da cui era partito il suo viaggio. Ah, l’Italia… Se solo sapesse investire come si deve nei suoi beni archeologici…

Ti potrebbe interessare anche: “Salvate la piramide italiana!”. È in cima all’Everest e rischia di sparire. Un’architettura bellissima e che resiste da anni ad una quota impossibile. Adesso, però, qualcosa non va: cosa sta succedendo