Considerato uno dei più grandi amanti di tutti i tempi. Potente, genio militare, imperatore. Eppure non è tutto oro quello che luccica. Ecco il segreto (privatissimo e hot) di Napoleone


Ha segnato la storia del mondo e cambiato il volto dell’Europa. Famoso per la facilità con la quale vinceva le battaglie e per le migliaia di amanti avute. Eppure, Napoleone Bonaparte custodiva un segreto che lo fece “soffrire” per tutta la vita. Aveva un pene di dimensioni ridotte. La notizia è stata diffusa da un blog dedicato interamente a questioni di sesso, sul sito del quotidiano spagnolo El Mundo che riporta le parole del professor Lattimer, docente di storia della Columbia University scomparso  lo scorso mese di maggio e ultimo possessore del pene napoleonico che acquistò per 4 mila dollari nel 1999.

 “La misura del pene di Bonaparte – spiegò Lattimer senza fornire ulteriori dettagli – era di quattro centimetri e mezzo in stato di riposo che diventavano 6,1 durante l’erezione”. Alla base, pare ci fosse un grave problema endocrinologico che limitò la crescita dei suoi organi genitali. A quanto pare, quindi, le misure non sono tutto. Napoleone Bonaparte docet, verrebbe da dire. I blogger-sessuologhi del Mundo chiosano rassicuranti: “Questi dati smentiscono chi crede che il successo amatorio dipenda dalla lunghezza dell’organo. Certamente tra le virtù di Napoleone non c’erano né la statura né la “lunghezza”, ma non vi è alcun dubbio che sia stato ugualmente capace di dispensare grandi passioni alle donne che ha amato“.



Ti potrebbe interessare anche: II Napoleone nudo di Canova torna a splendere