La nuova era di Pompei, la Villa dei Misteri svela tutta la sua bellezza…


Dopo quasi due anni di restauri e tre mesi di chiusura la Villa dei Misteri, domus suburbana dell’antica Pompei, mostra tutto il suo splendore al pubblico con i suoi affreschi ispirati al culto di  Bacco. Al taglio del nastro era presente il ministro Dario Franceschini che con grande entusiasmo ha dichiarato: “Oggi è un giorno davvero importante per Pompei l’Italia restituisce al mondo altre meraviglie. Abbiamo alle spalle un anno di lavoro straordinario. Abbiamo chiuso tre cantieri, altri tredici sono aperti, nove gare sono già avviate e quest’anno a vario titolo abbiamo assunto 85 persone. I visitatori – prosegue – nel 2014 sono aumentati di 200mila. Abbiamo in programma moltissime iniziative anche in occasione dell’Expo. Sappiamo che il mondo guarda con puntigliosa attenzione quel che avviene a Pompei. Oggi l’Italia è orgogliosa di dire al mondo: ‘A Pompei abbiamo voltato pagina’”.







 

“Il 4 marzo – aggiunge il direttore generale del Grande Progetto Pompei, Giovanni Nistri – abbiamo firmato il contratto per la videosorveglianza, i cui lavori inizieranno nella terza decade del mese”. Il ministro mostra grande soddisfazione anche per l’interesse dimostrato dagli sponsor privati che, grazie anche all’introduzione dell’Art Bonus, daranno un bel contributo per la tutela e il restauro di un sito straordinario come quello di Pompei.




Leggi anche:

Alle origini del gusto. Il Cibo a Pompei e nell’Italia antica

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it