Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

“Me l’ha chiesto papà”. Stefano Tacconi, la ‘strana’ (ma bella) richiesta al figlio Andrea

  • Sport

Lo scorso aprile Stefano Tacconi è stato colpito da emorragia cerebrale da rottura di aneurisma ad Asti, dove si trovava per un evento benefico. L’ex portiere di Juventus e Nazionale aveva avvertito un mal di testa, poi all’improvviso la situazione è peggiorata. Da quel momento la sua famiglia non lo ha lasciato solo per un attimo e il figlio Andrea ha spesso aggiornato i fan sulle condizioni del padre.

Qualche giorno fa proprio Andrea Tacconi aveva informato tutti sul fatto che il padre fosse stato sottoposto a un intervento chirurgico: un’operazione decisa dai medici, necessaria per migliorare il suo stato di salute. “Supererà anche questa”, aveva scritto Andrea Tacconi. Poi qualche giorno dopo ha rivelato che il padre avrebbe potuto lasciare l’ospedale dopo settimane di degenza.


Stefano Tacconi richiesta gin tonic al figlio Andrea

“Finalmente ci hanno comunicato che papà verrà trasferito in un centro per iniziare un percorso riabilitativo. Avanti così”. La reazione di Stefano Tacconi è più che positiva e all’interno del centro riabilitativo potrà piano piano recuperare e provare a ritornare completamente in forma. Andrea Tacconi ha proseguito con gli aggiornamenti e ha anche detto che il padre aveva mosso i primi passi: “Con l’aiuto dei fisioterapisti papà ha fatto i suoi primi passetti, un’emozione indescrivibile”.

Nel corso di ‘Cose di Calcio’ su Radio BiancoNera è intervenuto nuovamente Andrea Tacconi per aggiornare tutti gli appassionati sulle condizioni di suo padre. “Papà continua a migliorare un passo alla volta. Sarà un percorso ancora lungo ma finalmente iniziamo a vedere la luce in fondo al tunnel”, ha detto. “Il primo periodo subito dopo il malore è stato sicuramente il più duro perché non sapevamo mai cosa aspettarci ed ogni chiamata al cellulare ci faceva tremare i polsi, ma fortunatamente papà ha saputo superarlo alla grande e adesso anche noi familiari respiriamo un po’”.

“Come dicevo la riabilitazione sarà ancora lunga – prosegue Andrea Tacconi – ma i medici dicono che ha ancora il fisico di un ragazzino e sta rispondendo alla grande alle cure, speriamo di rivederlo in piedi tra settembre ed ottobre”. Stefano Tacconi sembra non aver perso il suo spirito come raccontato appunto da Andrea: “Ci ha chiesto un gin tonic perché aveva la gola secca (ride ndr). E poi vuole sapere quando ricomincia la Serie A, vorrebbe tornare a casa per guardare le partite ma per il momento dovrà accontentarsi del televisore che gli porterò in reparto”.

“Cosa fa quando mi vede”. Stefano Tacconi, la moglie rompe il silenzio: “Come sta ora”


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004