sisma europei terremoto esultanze

“Scosse durante l’ultimo rigore”. Europei, l’Ingv registra un sisma poco dopo la parata decisiva di Donnarumma

Qualcuno avrà detto che è stato un vero e proprio terremoto la vittoria dell’Italia alla finale degli Europei. Ora è possibile affermalo anche scientificamente: l’Italia ha tremato davvero. Una gioia incontenibile un attimo dopo quella parata stratosferica di Giggio Donnarumma, salti, urla, abbracci. Un’energia inimmaginabile, un sisma paragonabile a quella di tante bombe atomiche esplose nei cuori di milioni di italiani.

La curiosità che però fa sorridere è che lingv, ovvero l’Istitito nazionale di Geofisica e Vulcanologia ha registrato su tutto il territorio nazionale una scossa lunghissima. Un sisma partito dal rigore di Leonardo Bonucci, segnato magistralmente, alla parata di Donnarumma sull’attaccante inglese. La centrale in questione è quella di Montecelio, frazione di Guidonia (Roma).

sisma europei terremoto esultanze

A raccontarlo al mondo è il blog dei sismologi dell’Ingv. Sono loro stessi a spiegare che non è la prima volta che fenomeni legati all’attività umana vengono registrati dalle stazioni sismiche. In genere, a far registrare fenomeni assimilabili a terremoti possono essere le attività industriali, il traffico urbano, gli aerei che rompono la barriera del suono, concerti e manifestazioni sportive. Ma stavolta il sisma è diverso.


sisma europei terremoto esultanze

Sisma in Italia per le esultanze esagerate

Stavolta però la vibrazione dei cuori e delle gambe italiane ha fatto registrare un vero e proprio sisma diffuso. In genere bastano piccole vibrazioni del suolo che vengono registrate dalle stazioni. Ieri sera, il boato dell’esultanza dei cittadini di Guidonia è stato registrato dalla stazione sismica di Montecelio. Nel sismogramma vengono anche illustrati due momenti principali della sequenza dei rigori.

sisma europei terremoto esultanze

Come dicevamo il primo trasformato da Leonardo Bonucci e l’ultimo, quello decisivo, parato da Gianluigi Donnarumma. La registrazione, spiegano i ricercatori dell’Ingv, in questo caso è stata possibile perchè la stazione è collocata all’interno del centro abitato e su uno strato di roccia che ha un ridotto livello di rumore di fondo. Che sisma meraviglioso.

Pubblicato il alle ore 11:04 Ultima modifica il alle ore 11:04