Sport in lutto, addio a una leggenda delle due ruote: fatale un incidente stradale

Era in sella alla sua motocicletta quando è avvenuto l’incidente. Adesso la polizia e il medico legale stanno indagando sulle circostanze dell’incidente. Un tragico scherzo del destino ha spezzato la vita del campione delle due ruote. A dare la notizia della scomparsa è stata la sua famiglia. “Era un personaggio estremamente popolare dentro e fuori dal paddock, e molto amato dalla sua famiglia, dagli amici e dai fan di tutto il mondo. Aveva 78 anni”.


“Sarà per sempre sinonimo di Ducati, il marchio italiano che ha portato al successo internazionale con la vittoria nella 200 corsa di Imola del 1972. Condivideva anche un’affinità speciale con il circuito di Brands Hatch, avendo vissuto letteralmente nella porta accanto a West Kingsdown per molti anni. Molto di più può e sarà scritto nei giorni e nelle settimane a venire su una vita ben vissuta che è stata tragicamente ridotta”. Ore per chi amava Paul Smart è il momento del dolore.

paul smart

Paul Smart, il suo nome legato per sempre alla Ducati

Paul Smart lascia la moglie Maggie, il figlio Scott e la figlia Paula “che chiedono gentilmente che la loro privacy sia rispettata in questo momento difficile”. Paul Smart è noto soprattutto per aver vinto l’Imola 200 del 1972 per la Ducati al suo esordio. La 750 è stata la prima Ducati ad utilizzare un motore desmodromico, aveva il telaio, le sospensioni, il motore e i freni di una moto da turismo modello di produzione.


paul smart

Paul Smart era riuscito a battere Giacomo Agostini e la sua moto da corsa MV Agusta 500cc. Ducati aveva onorato la sua vittoria con la moto in edizione speciale Paul Smart 1000 LE nel 2006. La moto è stata disegnata per assomigliare alla sua moto vincitrice della gara del 1972. Paul aveva anche corso nelle categorie 250cc, 350cc e 500cc GP, conquistando un totale di sette podi.

paul smart


Paul Smart era arrivato secondo nelle gare 250cc e 350cc al Gran Premio di Svezia 1971, mentre è arrivato secondo e terzo rispettivamente nella classe 350cc in Germania Ovest e Germania Est. Nel 1970 Paul arrivò terzo al GP dell’Isola di Man su una Yamaha Padgett 350cc, e nello stesso anno arrivò secondo al Gran Premio di Finlandia e al Gran Premio dell’Ulster su una moto da 250cc.

Pubblicato il alle ore 22:03 Ultima modifica il alle ore 22:03