Lutto nello sport, l’automobilismo italiano piange uno dei suoi simboli

Lo sport piange il migliore pilota siciliano vincitore di ben tre edizioni della Targa Florio. Nato a Palermo il 4 marzo 1933, e tra i migliori piloti di vetture sport a livello internazionale. La sua prima vittoria di prestigio arriva con la Ferrari alla 1000 km del Nurburgring, nel ‘64 (anno in cui la scuderia di Maranello conquista il titolo mondiale), e un mese dopo vince anche la 24 Ore di Le Mans. Nel ‘70, con Ignazio Giunti e Mario Andretti, sale sul podio più alto alla 12 ore di Sebring.


Beniamino degli appassionati di motori in Sicilia e soprannominato il ‘preside volante’ Nino Vaccarella aveva cominciato la sua carriera di pilota negli anni Cinquanta, passando dalle gare in salita alle corse in circuito. Sulle Madonie, il territorio che ospita il circuito della Targa Florio, ancora oggi – a quasi mezzo secolo dalla sua ultima e vittoriosa partecipazione alla gara – c’è chi dà una tinteggiata al suo nome che campeggia sui muri del tracciato.

Nino Vaccarella


Il Comune di Collesano, dove sorge un museo della Targa Florio, l’ha adottato, conferendogli la cittadinanza onoraria. Piero Ferrari, vice presidente del Cavallino, ha voluto ricordare Nino Vaccarella nel giorno della scomparsa. “Un pilota che con le sue imprese ha fatto onore alla Ferrari ma, soprattutto, un vero gentleman driver. Il suo nome mi porta invariabilmente a pensare alla Targa Florio, la sua gara di casa, anche se il suo talento lo portò a vincere in tante, prestigiose gare”.


Nino Vaccarella

“Non ho mai avuto il piacere di vederlo correre sulle strade delle Madonie mentre lo ricordo provare a Fiorano una 312 P e fare un tempo che, allora, era il primato della pista per quel modello”. “Lo rividi sempre a Fiorano in occasione delle celebrazioni per i sessant’anni del Cavallino Rampante, quando guidò l’Auto Avio 815, la prima vettura costruita da mio padre: una bella giornata per ricordare insieme tante vittorie e tante gioie vissute con le nostre automobili”.

Nino Vaccarella


Nino Vaccarella ha firmato numerose vittorie in competizioni internazionali Sport-Prototipi, conquistando con la Ferrari il titolo mondiale nel ’64. Va anche ricordata la notevole prestazione su una Ferrari 512M della scuderia spagnola Montjuic in coppia con Josè Juncadella.

Pubblicato il alle ore 20:44 Ultima modifica il alle ore 22:20