Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

Muhammad Ali contro George Foreman, 40 anni fa la leggendaria Rissa nella Giungla

La chiamarono Rumble in the Jungle, la rissa nella giungla. 30 ottobre 1974, Kinshasa. In un angolo c’è il gigantesco campione dei pesi massimi George Foreman, l’incarnazione della potenza, fama di “cattivo”. Nell’altro Muhammad Alì, che rivuole quel titolo perso a tavolino per non aver voluto combattere in Vietnam (“i vietcong non mi hanno mai chiamato negro”), reduce da una bruciante sconfitta contro Joe Frazier. (continua dopo la foto)


Il campione è  favorito, l’altro sembra un pugile finito, ma il pubblico non la pensa così. “Alì, bomaye!”, (“uccidilo”), gridano gli zairesi, conquistati dalla straordinaria sbruffonaggine di Alì e dal suo presentarsi come un paladino dei neri contro l’oppressione dell’uomo bianco. Anche Foreman è nero? Per loro sembra non contare. (continua dopo il video)

Dal secondo round, Alì sfodera una tattica mai vista,un “piano segreto” che farà scuola (ricordate Rocky III?): si mette alle corde, con la guardia chiusa, a incassare tutti i colpi del suo avversario, rispondendo di tanto in tanto, provocandolo continuamente. Quando all”8 round Foreman è ormai stremato, gli sferra un micidiale uno-due che lo manda al tappeto. Muhammad  Alì  è di nuovo campione del mondo, l’incontro è ormai leggenda. (continua dopo la foto)

Per chi volesse rivivere la Rumble in the Jungle, due imperdibili opere dedicate all’incontro: “Quando eravamo re”, film documentario di Leon Gast del 1996, e “La Sfida”, straordinario racconto di Norman Mailer, che era a Kinsasha in quei giorni,  pubblicato in Italia da Einaudi nel 2012.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) รจ una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004