Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Mondiali di nuoto

Terrore ai Mondiali di nuoto: un malore, l’atleta va giù all’improvviso. Cosa succede in quei momenti

  • Sport

Grande paura ai Mondiali di nuoto che si stanno svolgendo a Budapest. Durante la prova della gara del singolo libero nel sincronizzato che si stava svolgendo alla Szechy pool, la statunitense atleta Anita Alvarez ha perso i sensi finendo nel fondo vasca.

Nessuno degli addetti è intervenuto, fino a quando l’allenatrice spagnola della squadra Usa di sincronizzato Andrea Fuentes si è gettata in acqua e ha salvato la vita della ragazza. È solo grazie a lei che la giornata di gare alla Szechy pool non si è trasformata in un dramma. La sincronette Anita Alvarez, del team Usa, 25 anni, si è sentita male e invece di risalire dopo un’evoluzione in acqua ha cominciato a crollare verso il fondo della piscina.

Mondiali di nuoto


Mondiali di nuoto, Anita Alvarez sviene in acqua e l’allenatrice la salva

Come detto è stata tanta la paura ai Mondiali di nuoto, perché per alcuni istanti nessuno è intervenuto fino a che l’allenatrice statunitense non si è tuffata per salvarla. In questo modo il tecnico delle ragazze statunitensi ha letteralmente salvato la vita della 25enne. Quando le due sono risalite in superficie Andrea Fuentes si è accorta che l’atleta non respirava. “È stato davvero un grande spavento — ha raccontato l’allenatrice —. Quando sono riuscita a prenderla in braccio, la sua mascella era serrata così forte che non respirava”.

Mondiali di nuoto

“Lì mi sono davvero spaventata. Ha continuato a non respirare per almeno due minuti. Ora comunque si è ripresa a sta bene, ha detto ancora l’allenatrice che partecipa con il team Usa Under 25 ai Mondiali di nuoto. Non è la prima volta che Anita è vittima di un malore simile. “Sì, un anno fa le è successo, ma non così gravemente. Comunque alla fine siamo riusciti a rianimarla e tutto è andato bene”.

Dopo il malore ai Mondiali di nuoto, Anita Alvarez è stata soccorsa e ora dovrà fare degli accertamenti medici. Molto probabilemnte a causare il malore è stato il caldo, visto che la piscina Szechy Pool, è all’aperto e lo stress per la gara: un finale dell’esercizio libero.

“Sono gay”. Il famoso sportivo esce allo scoperto: “Non ce la facevo più”. La reazione della squadra


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004