marcell jacobs Gianmarco Tamberi villaggio

“Non dormiamo…”. Per Marcell Jacobs e Gianmarco Tamberi notte insonne

Pensate di vivere un sogno, diventare eroi per una nazione intera e poi, come ogni giorno, andare a dormire. E chi riuscirebbe? E così è stato per per Per Marcell Jacobs e Gianmarco Tamberi che dopo aver vissuto la domenica del 1 agosto in maniera super, non sono riusciti a chiudere occhio. E non sarà forse l’unica: si prevedono tante notti insonni per l’euforia di due ori che hanno riscritto la storia dello sport italiano. E il giorno dopo è ancora più bello. Da Casa Italia i due hanno raccontato le loro emozioni.

“Io in Texas sono solo nato: da quando ho 10 mesi vivo in Italia, e l’Italia è il mio Paese”, ha ribadito Marcell Jacobs, in collegamento dal villaggio olimpico dopo lo storico oro dei 100 metri alle Olimpiadi di Tokyo 2020. Al villaggio poi, è stata notte di festa. Ma anche in auto, in camera, per il velocista azzurro, che sul suo profilo Instagram ha postato molti dei numerosissimi messaggi di esultanza sui social da tifosi italiani, famosi e non, è stato un party meraviglioso e continuo: “Siete incredibili!”.

marcell jacobs Gianmarco Tamberi villaggio

Marcell Jacobs, la notte insonne

E ancora: “Ho sentito tutto il vostro supporto! Promesso che piano piano risponderò a tutti”, ha scritto ai suoi fan. Si è parlato poi molto di Marcell Jacobs in queste ultime ore. I genitori: lei bresciana, lui un marine statunitense, si incontrano quando lui è di stanza in Italia, a Caserma Ederle, nella base Nato di Vicenza.


marcell jacobs Gianmarco Tamberi villaggio

Si innamorano e decidono di trasferirsi negli States dove, nel 1994, nasce Marcell Jacobs. Poco dopo, però, la storia d’amore finisce e Viviana torna a casa con il suo piccolo. E infatti l’uomo più veloce del mondo tentenna non poco con l’inglese. I rapporti con il padre non sono dei migliori, ma arriva anche la riappacifazione, più formale che sostanziale: “Non è ancora tutto risolto – dice lui -, però adesso ci parliamo: il traduttore di Google mi dà una mano con la lingua…”, conclude Marcell Jacobs.

marcell jacobs Gianmarco Tamberi villaggio

Per Giambo invece è ancora tutto un sogno: “Sono le 6 di mattina e ho paura di andare a dormire… non voglio svegliarmi da questo sogno che sembra cosi tanto realtà!”. Lo ha scritto, in un post pubblicato su Instagram durante la sua notte insonne, Gianmarco. Ieri, pochi minuti dopo aver conquistato l’oro ex aequo con il qatariota Mutaz Barshim, l’azzurro aveva detto: “Ora non dormirò mai più”.

Pubblicato il alle ore 09:14 Ultima modifica il alle ore 09:14