Marcell Jacobs padre

“Niente da dirci…”. Marcell Jacobs, chi è il padre dell’atleta di Tokyo 2020. Il triste particolare dopo la vittoria

In queste ore non si parla d’altro: la storia di Marcell Jacobs, medaglia d’oro nei 100 metri a Tokyo 2020. Come si potrà notare dal cognome, il papà del campione non è italiano. In realtà la medaglia d’oro è cresciuto senza un padre e ha riallacciato i rapporti con lui soltanto da qualche anno. Figlio di un’italiana e di un veterano di guerra statunitense, il giovane è nato a El Paso in Texas e si è trasferito in Lombardia quando era piccolissimo, dopo che la storia d’amore tra i suoi genitori è finita. Ma chi è il papà dell’uomo più veloce d’Europa?

Si chiama Lamont Jacobs, come abbiamo detto è un ex militare americano del Texas, ma sul suo profilo Facebook non c’è nessun accenno alla vittoria del figlio. “Marcell è nato quando io avevo 18 anni e il papà 20, ci siamo dovuti trasferire in America, poi il padre è stato mandato in Corea quando il piccolo aveva un anno, gli ho dovuto fare da padre e madre, ha avuto anche problemi fisici da piccolo”, ha raccontato la mamma Viviana.

Marcell Jacobs padre

Jacobs è cresciuto a Desenzano del Garda e di certo non si sente neanche un po’ americano: “A 18 mesi ero in Italia, i miei figli sono nati qui, mi sento italiano in ogni cellula del mio corpo, tanto che con l’inglese sono in difficoltà!”. La medaglia d’oro olimpica porta il nome del padre (Lamont), ma preferisce farsi chiamare Marcell o Marcello.


Marcell Jacobs padre

Parlando del passato con il genitore, Marcell ha raccontato: “Non avevamo niente da dirci”. C’è voluto molto tempo e la psicoterapia per affrontare i problemi irrisolti con il genitore. “Non è ancora tutto risolto – confessa l’atleta – però almeno adesso ci parliamo: il traduttore di Google mi dà una mano con l’inglese…”.

Marcell Jacobs padre
Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da MARCELL JACOBS (@crazylongjumper)

Jacobs e il collega Tamberi saranno premiati, nella mattina italiana alle Olimpiadi di Tokyo del 2 agosto. Finalmente potranno coronare il sogno di indossare quella medaglia d’oro tanto desiderata. : “Non vedo l’ora di salire sul podio e cantare l’inno di Mameli”, ha detto Marcell.

Pubblicato il alle ore 11:09 Ultima modifica il alle ore 11:09