Fernando Ranalli Lutto Ciclismo Morto

Sport italiano in lutto. Ha scritto pagine importanti, se l’è portato via un brutto incidente

Il mondo dello sport è in lutto per la morte di una figura importante prima in veste di atleta e poi in quella dirigenziale. L’uomo è deceduto in seguito ad un gravissimo incidente stradale che lo ha visto protagonista nella serata del 29 luglio. Stava tornando a Sulmona e stava percorrendo la strada che da Rocca Pia conduce a Pettorano sul Gizio, quando si è verificato il tragico evento che gli ha spezzato la vita. Aveva 70 anni ed era molto conosciuto e amato da tutti. E la sua famiglia è ora nel dolore più straziante.

Una volta che la notizia è diventata di dominio pubblico, sono arrivati tantissimi messaggi dal mondo sportivo. Troppo gravi le ferite riportate dall’ex atleta, che ha provato a combattere con tutte le sue forze senza però riuscire a salvarsi. Se n’è quindi andato mentre si trovava a bordo del suo scooter, insieme al fratello e ad un amico. Un’auto lo ha centrato in pieno e lo ha fatto sbattere contro un muro di cinta. Indagato per omicidio stradale un anziano di 77 anni, alla guida di una Mercedes.

Lutto Sport Ciclismo Morto Fernando Ranalli Incidente Stradale

A morire è stato Fernando Ranalli, che aveva iniziato la sua carriera da sportivo nel lontano 1964 con la Polar di Sulmona. Poi motivazioni di natura familiare lo avevano condotto a rinunciare all’attività agonistica e a diventare dirigente negli anni Settanta. Proprio poco tempo fa era stato confermato come presidente del Comitato Provinciale L’Aquila della Federazione Italiana Ciclistica. Tra i tanti messaggi di cordoglio spicca anche quello di Renato Di Rocco, vicepresidente dell’Unione Ciclistica Internazionale.


Lutto Sport Ciclismo Morto Fernando Ranalli Incidente Stradale

Durante la sua carriera professionale Fernando Ranalli è stato fondamentale nel permettere di sviluppare sport come il pattinaggio, il tiro con l’arco e lo sport paralimpico, oltre anche al rugby. Grazie al suo lavoro prezioso era stato premiato dal Coni con tutte le stelle al merito sportivo, ovvero oro, argento e bronzo. Nel 1972 ha creato la ‘Società Ciclistica Sulmonese Mario Pelino’ e due anni più tardi è stato eletto consigliere regionale della Federazione Ciclistica Italiana. Organizzati durante la sua vita eventi importanti.

Fernando Ranalli, classe 1950, ha organizzato alcune tappe del Giro d’Italia a Sulmona, prove su strada a Sulmona dei Campionati del Mondo di ciclismo militari e il Trofeo Pelino. Negli ultimi mesi è stato il promotore della tappa a Sulmona del Giro d’Italia di E-Bike e ha anche messo a punto il Panathlon International Club sempre di Sulmona. Una vita sempre basata sul lavoro.

Pubblicato il alle ore 14:33 Ultima modifica il alle ore 14:33