Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
lutto rugby

“Ciao campione”. Tragedia nello sport italiano, Giorgio si è spento a 17 anni

  • Sport

Lutto nel mondo del rugby, Giorgio Conte, un ragazzo di appena 17 anni, è morto. La notizia ribattuta dal club dove Conte giocava: il San Donà. Si legge sulla pagina ufficiale della società veneta. “Abbiamo da poco appreso la terribile notizia che Giorgio Conte, giocatore dell’Under 17, ha passato la palla. Ci stringiamo forte ad Eleonora, Roberto e Alessandro, a cui vanno le sincere condoglianze del Rugby San Donà”.


A quanto si apprende il giovane, molto conosciuto in città, è morto circa una settimana dopo il primo ricovero dovuto al collasso improvviso. Una tragedia che riporta alla mente quella del marzo scorso, con la morte del 24enne Sam Polledri fratello della star di Gloucester e di Italrugby Jake. “È stata una tragedia che ha aggiunto dolore agli ultimi due anni della mia vita”, ha commentato recentemente Jake.

Leggi anche: Calcio italiano sotto choc, un lutto devastante per il campione

lutto rugby


Lutto nel rugby, lo scorso marzo la tragedia di Sam Polledri


“Non vedo l’ora di tornare a giocare al massimo anche per rendere orgoglioso Sam, voglio provare a essere ottimista e positivo perché è inutile sedersi e aspettare che le cose intorno a noi succedano”. A stroncare Sam era stato un attacco di cuore. Tra i fattori scatenanti il più importante è rappresentato dall’ischemia, cioè il mancato afflusso di sangue in una zona del muscolo cardiaco. In un certo numero di soggetti, l’ischemia può manifestarsi in assenza del tipico dolore al petto (angina pectoris).

lutto rugby


Negli sportivi, questo fenomeno, chiamato ischemia miocardica silente, è stato messo in relazione ad una diminuita percezione del dolore (o ad una soglia dolorosa più alta) dovuta ad un livello più elevato di endorfine, sostanze simili alla morfina che vengono prodotte in maggior misura durante l’esercizio fisico.

lutto rugby


In questi soggetti sintomi come “fiato corto” “malessere da sforzo” non vanno sottovalutati. Un ruolo importante può essere giocato da eventuali squilibri ionici e/o metabolici es. la disidratazione, un calo della concentrazione nel sangue di magnesio o di potassio o della glicemia (maratona, partita di calcio in un ambiente torrido).


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004