Lei è una ginnasta ed è in gara alle Olimpiadi, ma è stata presa di mira dalla rete per il suo peso. “Cicciona”, le hanno scritto. Ma moltissime personalità sono scese in campo al suo fianco e la sua storia è diventata ora un esempio

 

Dopo le arciere italiane, definite dal Qs – Quotidiano sportivo, “cicciottelle”, una sorte simile è capitata alla ginnasta messicana Alexa Moreno, 22 anni, che è stata pesantemente insultata in rete per la sua forma fisica e per quelli che ad alcuni sembrerebbero essere chili di troppo. L’atleta, che si è classificata trentunesima nel concorso individuale femminile, è stata però difesa da moltissimi utenti, che si sono congratulati con lei per i risultati raggiunti e l’hanno invitata a non dar retta alle critiche.

Per fortuna qualche forma di vita intelligente ancora esiste.


(Continua a leggere dopo il video)

 

{loadposition intext}

“Ecco una foto esclusiva di Alexa Moreno dopo la sua routine di ginnastica”, ha scritto un utente, corredando il post con un’immagine di Peppa Pig. “Dentro di lei ci sono almeno due ginnaste”, si legge in un altro commento. “Il mio sogno è concorrere in una gara di hot dog – Alexa Moreno”, si legge in un altro, ora eliminato. Nonostante gli insulti, la forma fisica dell’atleta risulta del tutto regolare rispetto agli standard. Bella, talentuosa, forte: così l’hanno invece definita decine di fan e di utenti che sono accorsi in sua difesa, scrivendo messaggi di supporto. “Mi importa solo del tuo duro lavoro e della tua perseveranza”, si legge in un tweet, mentre un altro rimprovera i messicani, pronti ad esaltare i narcotrafficanti ma senza rispetto verso un’atleta che ha messo tutta se stessa nello sport. Un esempio e un’ispirazione per tanti: ecco come dovrebbe essere definita, invece. “Alexa Moreno ci hai resi orgogliosi di avere una ginnasta messicana alle Olimpiadi – scrive un utente -. Continua così, crediamo in te”.

(Continua a leggere dopo la foto)

 

E oggi arriva un bellissimo post di Roberto Saviano…

(Comtinua a leggere dopo il post)

 

“Alexa Moreno. Di tutte le atlete di queste Olimpiadi è la mia preferita. Valanga di insulti perché non è la classica ginnasta magra, nervi e ossa. Il qualunquismo estetico la definisce grassa. Alexa ha muscoli, forme, è un’atleta vera. I suoi volteggi, la sua velocità sono tutt’altro che sgraziati. Ora, con il suo corpo, il suo 1.50 di muscoli e allenamento, è riuscita a entrare tra le trentuno migliori atlete di ginnastica artistica del pianeta. La parte maggiore di chi la insulta o dà giudizi non conosce questa disciplina, non riuscirebbe a fare la metà dei suoi esercizi, non terrebbe nemmeno per qualche secondo le sue posizioni in equilibrio sulla trave. L’insopportabile maleducazione estetica che definisce bellezza solo ciò che risponde a categorie definite da aziende di moda è cosa triste. Nulla è peggio del conformismo da pancia piatta e gamba slanciata come uniche definizioni del bello. Per fortuna Alexa vola oltre le miserie. 

 

Ti potrebbe interessare anche: “Tre cicciottelle”. Continua a far discutere il titolo sulle azzurre del tiro con l’arco offese da un quotidiano. E ora, inaspettato, il colpo di scena. Ecco cosa è successo in poche ore

Pubblicato il alle ore 20:32 Ultima modifica il alle ore 11:30