Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Leandro Lo morto

Mondo dello sport sotto choc, il campione ucciso in un locale. E dopo il caos per strada

  • Sport

Mondo dello sport sotto choc, l’otto volte campione del mondo di ju-jitsu Leandro Lo è stato ucciso in circostanze tragiche nella notte tra sabato e domenica. La tragedia in un locale di San Paolo dove Lo stava assistendo ad un concerto quando, a quanto raccontano i media locali, un ospite ubriaco aveva iniziato a discutere con lui. In pochi istanti, aveva tentato di afferrare una bottiglia dal bancone del bar per usarla come arma contro il lottatore che, prontamente, è riuscito a immobilizzarlo e calmarlo.


Tutto sembrava rientrato invece l’uomo, Henrique Otavio Oliviera Velozo un agente 30enne della polizia militare di San Paolo che quella sera era fuori servizio, ha estratto una pistola e ha fatto fuoco centrando Lo alla testa. Il campione è stato portato in ospedale ma è stato dichiarato cerebralmente morto poche ore dopo. Lo aveva dominato la scenda del ju jitsu dal 2011, vincendo otto titoli mondiali, il che lo ha reso uno dei combattenti di Jiu-jitsu più decorati di tutti i tempi.

Leandro Lo morto


Leandro Lo, l’8 volte campione del mondo di BJJ ucciso in Brasile: arrestato l’assassino


Proprio all’inizio di quest’anno, ha vinto un altro campionato del mondo in California. I tributi sono arrivati inondazioni dopo la notizia scioccante della sua morte.”Un giorno molto triste per la comunità BJJ”, ha twittato l’analista ed ex combattente UFC Kenny Florian. “Leandro era una leggenda”. L’analista di sport da combattimento Luke Thomas ha twittato: “Oh mio dio”. (Leggi anche Il papà si scorda il figlio in auto per ore, muore a 14 mesi. La scoperta choc della mamma)

Leandro Lo morto


Il commentatore UFC John Gooden ha twittato: “Sono rattristato nel sentire della tragica perdita di Leandro Lo. Uno dei più grandi giocatori di Jiu-jitsu di sempre. Assolutamente tragico. Le mie condoglianze alla sua famiglia e ai suoi amici”. Decine e decine di amici, conoscenti o anche solo ammiratori di Leandro Lo sono scesi nella notte per le strade di San Paolo per protestare contro la polizia brasiliana.

Leandro Lo morto


Tra i vari insulti e spruzzi di spray al peperoncino, si sente più volte pronunciare la parola “assassino”. Lo era una leggenda per quei ragazzi e per gli appassionati del Jiu-jitsu brasiliano. Il suo omicida si è presentato ai suoi superiori ed è stato arrestato per l’omicidio di Lo. Rischia il carcere a vita.

“Che dolore…”. Lutto nel calcio, il giovane Andrea si accascia e muore sul campo: aveva 20 anni


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004