Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Morte Gianluca Vialli Retroscena

“Indagare su certe sostanze”. Vialli e la malattia, le parole choc di Dino Baggio

  • Sport

La morte di Gianluca Vialli rappresenta ancora un dolore molto forte. Ma ora è emerso un retroscena che ha lasciato tutti senza parole. Un ex calciatore ha deciso di rompere il silenzio e di parlare di qualcosa di molto serio, che potrebbe uscire adesso a galla alla luce di queste dichiarazioni bomba. Scioccante ciò che è stato affermato da questa persona, che ha messo in dubbio qualcosa che hanno fatto in passato e che in qualche modo potrebbe aver influito sulle condizioni di salute di alcuni atleti.

Dopo la morte di Gianluca Vialli, questo retroscena ha sconvolto tutti. Nei giorni scorsi al Messaggero la dottoressa Anna Caterina Milanetto ha dichiarato: “Era una persona controllata, un atleta di prim’ordine, sicuramente con uno stile di vita sano, eppure la malattia lo aveva colpito lo stesso, però l’individuazione del tumore ad uno stadio iniziale aveva permesso l’operazione che ebbe anche un esito favorevole. Nel caso del pancreas sono solo il 20% i pazienti operabili. L’approccio di Vialli alla malattia è un valido modello”.

Leggi anche: “Io l’ho visto in sala operatoria”. Gianluca Vialli, parla la dottoressa che era presente: perché lo fa

Morte Gianluca Vialli Retroscena


Morte Gianluca Vialli, il retroscena choc di Dino Baggio

A parlare in queste ultime ore a Tv7 è stato un ex giocatore, che dopo la morte di Gianluca Vialli ha voluto sottolineare un retroscena molto importante: “Bisognerebbe investigare sulle sostanze che abbiamo preso in quel periodo, il doping c’è sempre stato. Bisogna capire se certi integratori col tempo hanno fatto male, ho paura anch’io perché sta succedendo a troppi calciatori. Bisognerebbe risalire a quello che abbiamo preso in quei periodi, investigare un po’. Non so se sia dovuto a questo, anche se non si sono mai prese robe strane”.

Morte Gianluca Vialli Retroscena

A parlare è stato Dino Baggio, che ha aggiunto nella sua intervista a Tv7: “C’è una percentuale che devi tenere, però col tempo bisogna vedere se certi integratori fanno bene oppure no. Negli anni miei c’era il doping, prendevi robe normali ma poi devi vedere se col tempo riesci a buttarle fuori. Tanti hanno parlato dell’erba dei campi e dei prodotti che utilizzavano, che davano dei problemi. Comunque parlando di lui, ho un ricordo meraviglioso di Gianluca. Un uomo spogliatoio che aveva voglia di far crescere i giovani”.

Infine, Baggio ha concluso così su Gianluca Vialli: “Ero in squadra con lui quando avevo 21 anni e spendeva sempre una parola buona nei nostri riguardi, è andato via troppo presto dalle nostre vite”. Dino Baggio ha giocato con Vialli nella Juventus e ora ha lanciato questo allarme.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004