Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
vialli funerali

“Lo ha fatto Roberto Mancini”. Gianluca Vialli, cosa è successo ai funerali a Londra

  • Sport

Gianluca Vialli, i funerali. Era il 6 gennaio quando la notizia della scomparsa del campione ha fatto sprofondare tutti nello sconforto. Gianluca Vialli si è spento dopo aver combattuto una dura battaglia contro il tumore al pancreas. Come è stato reso noto, il campione è stato sottoposto a un ricovero d’urgenza presso una clinica ospedaliera a Londra.

I funerali di Gianluca Vialli. L’ultimo saluto al campione scomparso lo scorso 6 gennaio per un tumore al pancreas ha visto la presenza di familiari stretti e amici più intimi recati a un cimitero alla periferia di Londra. Una cerimonia privata, dunque, in ricordo di Gianluca Vialli, venuto a mancare il 6 gennaio. Presenti non solo la moglie Cathryn White-Cooper e le figlie della coppia, Olivia e Sofia, ma anche Roberto Mancini, Massimo Mauro e i fratelli di Vialli, che hanno portato la bara in spalla. E ancora, Ciro Ferrara e il presidente della Figc Gabriele Gravina.

Leggi anche: “Indagare su certe sostanze”. Vialli e la malattia, le parole choc di Dino Baggio

I funerali di Gianluca Vialli cerimonia privata


I funerali di Gianluca Vialli. L’ultimo saluto al campione: la cerimonia privata

Una cerimonia privata, proprio per rispettare la volontà di Gianluca Vialli che aveva espressamente chiesto un “funerale allegro”. La cerimonia è durata una quarantina di minuti circa per poi proseguire per circa due ore nella casa londinese dell’ex capitano bianconero. A parlare di come Gianluca Vialli ha affrontato la malattia è stata la dottoressa Anna Caterina Milanetto che faceva parte dell’equipe che lo operò. Lo ha fatto in una lunga intervista al Messaggero. (“Dovete sapere”. Gianluca Vialli, la lettera della moglie commuove: “Siamo devastati”).

I funerali di Gianluca Vialli cerimonia privata

“Gianluca Vialli era una persona controllata, un atleta di prim’ordine, sicuramente con uno stile di vita sano, eppure la malattia lo aveva colpito lo stesso, però l’individuazione del tumore ad uno stadio iniziale aveva permesso l’operazione che ebbe anche un esito favorevole. Nel caso del pancreas sono solo il 20% i pazienti operabili”, spiega la dottoressa.

I funerali di Gianluca Vialli cerimonia privata

Un addio al campione avvenuto anche a Cremona, città natale di Vialli, lunedì 9 gennaio dove è stata celbrata una messa in suo ricordo, voluta da sua madre. Immancabile anche un minuto di silenzio osservato dai giocatori nei campi di calcio prima del fischio di partita. E ancora, la messa in suffragio organizzata dall’U.C. Sampdoria del 21 gennaio nella chiesa del Gesù di piazza Matteotti.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004