Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Frederic Sinistra morto kickboxing Covid

Sport in lutto, il campione muore a 41 anni. Stroncato dal Covid

  • Sport

Sport in lutto per la morte dell’ex campione del mondo di kickboxing, scomparso lo scorso 16 dicembre a 41 anni dopo aver contratto il Covid-19. Una battaglia lunga, che però non è riuscito a vincere. “Sfortunatamente il mio incontro del 4 dicembre è stato cancellato”, aveva scritto sul suo profilo Instagram pubblicato una foto scattata dal letto dell’ospedale.

“Sono disgustato ma vivo grazie alla mia piccola moglie e al mio amorevole zio Osman Yigin. Un sacco di malattie attaccheranno i miei polmoni. La PCR che mostra l’infiammazione dei miei polmoni è alta a 165, ma la norma è tra 0 e 5. Un guerriero non abdica mai!!!!!! Tornerò ancora più forte. Grazie già a tutti per il vostro supporto”, aveva annunciato sul post Instagram.

Frederic Sinistra morto kickboxing Covid


Frederic Sinistra, conosciuto anche come The Udertacker (il becchino) era tornato nella sua casa di Ciney dopo un ricovero in terapia intensiva a Liegi “forzato” dal suo allenatore, preoccupato per le sue condizioni di salute. “Gli ho detto che non lo avrei allenato di nuovo se non fosse andato in ospedale”, ha raccontato Osman Yigin. Era stato lo stesso Frederic Sinistra, no vax e negazionista, a mostrarsi intubato nel letto d’ospedale. Poi aveva deciso di lasciare l’ospedale e di curarsi a casa.

Frederic Sinistra morto kickboxing Covid

Dal profondo del mio cuore grazie a tutti per il vostro sostegno e tutti i vostri meravigliosi omaggi a mio marito. Mio marito era un uomo generoso con un grande cuore che voleva aiutare gli altri nonostante tutto…”, ha scritto la moglie dal suo profilo Instagram, ringraziando i fan e gli amici per il sostegno e la vicinanza in questo terribile momento.

“Era tormentato da vecchi demoni del passato e da tutto quello che ha passato nella sua vita, li ha combattuti giorno dopo giorno e fino all’ultimo respiro, purtroppo”, aveva scritto aggiungendo “Non è morto di Covid. Mio marito non avrebbe mai accettato che la sua fine fosse strumentalizzata per diffondere la paura spingere alla vaccinazione”.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004