Fabio Rovazzi wembley

Europei, compra il biglietto per il settore inglese e guarda tutta la partita da lì. Il racconto del vip italiano

È un eroe di Twich e dei più giovani, con le sue canzoni ha fatto ballare milioni di persone in Italia. Parliamo del fenomenale Fabio Rovazzi che in occasione della finale degli Europei di Wembley ha fatto qualcosa di davvero unico. Si può vedere tutto sulle sue storie Instagram. Il mito di “andiamo a comandare col trattore in tangenziale” è diventato una sorta di inviato nelle curve inglesi.

Cosa è successo? Fabio Rovazzi ha raccontato le emozioni di una notte indimenticabile. Dall’arrivo allo stadio all’impossibilità di poter gioire alla rete di Bonucci perchè nel settore dedicato ai tifosi inglesi. Dall’ultimo rigore di Saka parato da Donnarumma alla gioia dei pochi italiani presenti e all’esultanza finale quando, finalmente per lui, a Wembley a cantare e festeggiare erano rimasti solo gli italiani.

Fabio Rovazzi wembley

Fabio Rovazzi ha proseguito poi il suo racconto per i follower con i festeggiamenti della notte in una Londra deserta, per poi ripresentarsi questa mattina con il dente avvelenato. “Oggi a Londra c’è un silenzio assordante. Avete fischiato all’inno? Avete picchiato gli italiani? Vi siete tolti la medaglia? Vi meritate il cielo nero!”.


Fabio Rovazzi wembley

Questa l’ultima storia pubblicata all’aeroporto di Londra prima di tornare in Italia. Fabio Rovazzi è stato uno dei pochi fortunati italiani a poter vedere dal vivo l’impresa degli Azzurri nella bolgia inglese di Wembley. Un’emozione unica che ha condiviso con tutti i suoi follower che sicuramente hanno apprezzato la sua simpatia e l’accuratezza nel racconto del match in tutte le sue emozioni.

Fabio Rovazzi wembley
Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Fabio Rovazzi (@rovazzi)

Un gran coraggio senza dubbio, ma anche un’avventura epica, che Fabio Rovazzi si porterà dietro per sempre. E in ogni caso lasciatecelo dire: che soddisfazione vincere contro gli inglesi a Wembley. Forza azzurri!

Pubblicato il alle ore 07:39 Ultima modifica il alle ore 08:10