Bufera su Fabio Fognini, il tennista azzurro lo ha urlato in diretta. Le telecamere riprendono tutto

Proseguono le Olimpiadi di Tokyo 2020. La giornata di mercoledì 28 luglio è stata caratterizzata dalla storica finale di Federica Pellegrini nel 200 stile libero di nuoto. La Divina ha raggiunto la quinta partecipazione ai giochi a cinque cerchi con altrettante finali nella specialità che l’ha incoronata regina della disciplina. È arrivata settima e ha detto deciso di smettere. Una scelta ponderata dopo anni di allenamenti e competizioni. Ha anche ammesso che è legata sentimentalmente a Matteo Giunta, 39 anni, pesarese, ragazzo mite e riservato, nonché suo allenatore.

È stato anche il giorno della medaglia d’argento per la squadra italiana di sciabola (battuta in finale dalla Corea del Sud) e delle medaglie di bronzo nel quattro senza del canottaggio e di Federico Burdisso (nei 200 farfalla). Altra medaglia sicura è quella di Irma Testa nella boxe femminile. La 23enne campana, nei quarti del torneo dei pesi piuma (57 kg), supera la canadese Caroline Veyre con verdetto unanime e vola in semifinale. Almeno il bronzo è quindi garantito: nel pugilato a cinque cerchi si assegnano due terzi posti.

fabio fognini sfogo omofobo tokyo 2020

Ed è stata anche la giornata dell’eliminazione di Fabio Fognini. Il tennista ligure è stato eliminato dal russo Daniil Medvedev, numero 2 ATP, agli ottavi di finale. Fognini è stato sconfitto in quasi due ore e mezza di battaglia in un caldo assurdo, con una temperatura sopra i 30 gradi. E come spesso è accaduto nella sua carriera, si è lasciato andare al nervosismo con parole che hanno fatto il giro dei social.


fabio fognini sfogo omofobo tokyo 2020

Durante il terzo set Fabio Fognini per due volte l’azzurro ha lanciato la racchetta, fino ad arrabbiarsi con il giudice di sedia Ramos per una seconda di servizio di Medvedev non chiamata fuori, fino al doppio fallo sul match point decisivo. Anche all’inizio del terzo set Fognini ha mostrato subito un nervosismo ingiustificato e dopo un errore, ha urlato “Frocio, sei un frocio”, imprecando pesantemente, e le sue parole sono risuonate sul Centrale complice anche l’assenza di pubblico. Non si è trattato di insulti omofobi verso qualcuno (ce l’aveva con se stesso), ma tanto è bastato per fargli piovere una pioggia di critiche sui social.

fabio fognini sfogo omofobo tokyo 2020

Sui social poi il tennista ligure si è scusato con la comunità LGBT: “Il caldo dà alla testa! Nel match di oggi ho usato un’espressione davvero stupida verso me stesso. Ovviamente non volevo offendere la sensibilità di nessuno. Amo la comunità LGBT e mi scuso per la sciocchezza che mi è uscita. Ora vado in branda perché a Tokyo è notte, vi abbraccio”.

Pubblicato il alle ore 20:00 Ultima modifica il alle ore 20:00