Calcio in lutto, stroncato da una malore il calciatore aveva solo 44 anni. A trovarlo, la madre

Lutto nel mondo del calcio. Aveva 44 anni, a stroncarlo probabilmente un infarto. Non appena si è diffusa la notizia della scomparsa dell’x difensore i social sono stati invasi da messaggi di cordoglio. Decine i messaggi comparsi. Amici, tifosi, dirigenti sportivi, un lungo funerale virtuale. “Un profondo dolore ha colpito la società Gladiator 1924. È venuto a mancare uno dei pilastri difensivi della vittoria del campionato di Serie D 2001/02, riconfermato anche per la stagione successiva in C2. Ritornato a Santa Maria Capua Vetere nella stagione 2006/07 e 2007/08. Alla famiglia le più sentite condoglianze”.

E ancora: “Con il dolore nel cuore la Scafatese Calcio 1922 saluta Raffaela, venuto a mancare prematuramente. Guerriero instancabile, leader difensivo, è stato una delle colonne della squadra 2003/04 vincitrice del campionato di Eccellenza”. Continua dopo la foto


E ancora: «La S.S. Turris Calcio partecipa commossa al lutto che ha colpito la famiglia Scala per l’improvvisa scomparsa di Raffaele (classe 1977), ex calciatore che ha vestito anche la casacca corallina nelle ultime due annate di serie C2 prima della retrocessione del 2001. Suo fu il gol che regalò l’illusione della salvezza proprio nel match di ritorno dello spareggio per non retrocedere in quel di Tricase». Continua dopo la foto

Raffaela Scala, sorriso contagioso nato e cresciuto a Pompei, amava la vita e il pallone. Una tragedia che ha lasciato tutti senza parole. Ad  accorgersi della tragedia è stata la madre che ha provato a svegliarlo questa mattina, scoprendo la tragica verità. A quanto si apprende, Raffaele Scala era tornato a casa dopo la sua giornata di lavoro ed è andato a dormire. Un sonno dal quale, però, Raffaele non si è svegliato più. Continua dopo la foto

{loadposition intext}
Cresciuto nelle giovanili del Napoli, poi le esperienze in C1 con Acireale e Castel di Sangro. Dall’Abruzzo fa ritorno in Campania – corre l’anno 1999 – per approdare alla Turris, in C2: resta in maglia corallina fino al 2001, allo scellerato playout contro il Tricase – in cui peraltro andò in gol – che ne sancì la retrocessione fra i dilettanti. Poi l’esaltante esperienza con il Gladiator, con cui centra – nella stagione 2001/02 – la promozione in C2. Quindi le esperienze con Battipagliese, Scafatese e Savoia.

Ti potrebbe interessare: Calcio in lutto, stroncato da una malore il calciatore aveva solo 44 anni. A trovarlo, la madre

Pubblicato il alle ore 21:32 Ultima modifica il alle ore 21:38