Sport in lutto. Tragedia durante la gara, il pilota non arriva al traguardo, poi la scoperta choc

La tragedia è avvenuta il secondo giorno di gara della 95esima edizione della Six Days. La gara è risultata fatale per l’olandese Arnold Staal, numero 901. Staal aveva 50 anni ed era pilota della Ktm (categoria C3 e membro del Mccz Club Team).

Il pilota ha perso la vita nel trasferimento tra l’Enduro Test di Casanova Staffora e il Cross Test di Bagnaria, ossia tra la terza e la quarta prova speciale del giorno. Dapprincipio dato per semplicemente disperso, sono state immediatamente messi in atto i meccanismi da protocollo.

Difatti la Federazione Olandese (Knmv) ha subito lanciato il campanello d’allarme alla direzione di gara, segnalando che Arnold Staal non fosse mai giunto al check point di Bagnaria. Questa comunicazione è suonata subito come un allarme e ha permesso di far scattare il protocollo previsto nei casi di questo genere. Vediamo insieme cos’è accaduto al pilota secondo una prima ricostruzione dei fatti.


Arnold Staal, pilota olandese, sarebbe stato ritrovato dopo le 21 privo di vita, accasciato di fianco alla propria moto, in una zona davvero molto tortuosa e accessibile solo a piedi o in moto, aspetto che ha reso difficili le ricerche. Staal avrebbe accusato un malore improvviso mentre era in sella alla sua Ktm. La gara proseguirà nella giornata di mercoledì 1° settembre nel ricordo del pilota scomparso.

Pubblicato il alle ore 09:00 Ultima modifica il alle ore 09:00