Conte, divorzio dalla Juve. E ora la nazionale?


La Juve ha reso ufficiale la clamorosa notizia delle dimissioni di Antonio Conte attraverso un video in cui l’allenatore della Juventus spiega la sua decisione: “C’è da comunicare – dichiara – le rescissione consensuale del contratto tra me e la Juve. C’è stato un percorso in cui ho maturato delle sensazioni che mi hanno portato a questa decisione. Sono stati tre anni difficili, faticosi. Se sei in una società così prestigiosa c’è l’obbligo della vittoria ma chi ha dimostrato di essere un vincente sopporta fatica e tensioni. La Nazionale? In questo momento penso al presente. Al domani penserò domani. Ai tifosi mi sento di dire grazie per quello che mi hanno sempre dimostrato in questi anni da allenatore ma anche da calciatore. Quello che ci deve inorgoglire è il percorso che abbiamo fatto, abbiamo fatto qualcosa di storico, anche il record di punti: questo non ce lo potrà togliere nessuno. Ringrazio tutti i miei calciatori che ho avuto in questi anni, la società che mi è sempre stata accanto e mi ha scelto in un momento difficile, ringrazio lo staff tecnico e tutte le persone che hanno lavorato per fare grande la Juve». Alla base della rottura c’è in primo luogo il mercato fin qui condotto dai vertici bianconeri, giudicato dall’allenatore non in linea con le sue richieste.