Real Madrid, scompare la croce nello stemma. È arrivato lo sponsor arabo


Quella croce c’è dal 1920, da quando quando re Alfonso XIII ebbe la brillante idea di associare la ditta di famiglia a una squadra di calcio e fare dono della sua corona. Ma poco importa alla dirigenza del Real Madrid che a fine anno deve far quadrare i bilanci ed è per questo che ha accettato la richiesta di uno sponsor di rimuovere la croce dorata posta in cima al suo stemma. La Banca Nazionale di Abu Dhabi non gradisce: nei paesi musulmani il simbolo ricorda i massacri delle crociate, eterna macchia nella storia del cristianesimo.

Non è la prima volta. D’altra parte la croce era già sparita dallo stemma per qualche tempo nel 2012, durante le trattative tra la Casa Blanca e gli emiri per la costruzione di un mega resort da cinquanta ettari non distante da Ras al-Khaimah. Il progetto saltò in sussulto di lucidità e la croce tornò al suo posto. Di certo i madrileni non subiranno le prese in giro dell’avversario storico, Il Barcellona: nel 2007, durante una tournée in Medio Oriente, i rivali blugrana, sponsorizzati da Qatar Airways, sostituirono la croce di San Giorgio stampata sulla t-shirt con una linea rossa verticale. (continua dopo la foto)







Non è l’identità, non solo quella, a fare chiudere un fatturato da oltre 600 milioni all’anno con un segno + dell’11% nel 2014, cifre che contribuiscono a abbattere l’atavico indebitamento della società. Un circolo virtuoso che trasforma le voci di spesa in guadagno, come dimostrano le 345 mila magliette del nuovo acquisto James Rodriguez vendute nel giro di poche settimane. Quelle di Cristiano Ronaldo sono addirittura 800 mila, cifre impensabili se ci si limita a una scala continentale. E’ ai mercati esotici, ai nuovi ricchi del pianeta che guarda la dirigenza dei Blancos se c’è da fare qualche sacrificio amen.

Potrebbe anche interessarti: “Non mi faranno fuori, tornerò”. L’ultima intervista inedita a Pantani

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it