Lutto nel calcio, il padre del famoso calciatore morto affogato: il corpo ritrovato sul fondo di una diga


L’ex portiere della Roma e attuale numero 1 del Liverpool, Alisson Becker, è stato colpito da una improvvisa tragedia familiare. Nella tarda serata di mercoledì, in Brasile, è stato trovato senza vita il corpo di suo padre, José Agostinho Becker, nei pressi di una diga localizzata all’interno di una proprietà di famiglia a Rincão do Inferno, nello stato brasiliano del Rio Grande do Sul. La notizia è stata riportata dal quotidiano brasiliano ‘O Globo’, con la conferma delle autorità locali di Lavras do Sul, comune dello Stato del Rio Grande do Sul.

L’uomo, di 57 anni padre del giocatore, era sparito da qualche ora e i suoi familiari, non riuscendo a rintracciarlo, avevano diramato l’allarme alle autorità locali per cominciare le ricerche. Dopo qualche ora, la triste scoperta: il suo corpo è stato ritrovato in una diga dai sommozzatori locali. La figura del padre era stata fondamentale per avvicinare l’ex portiere della Roma al calcio. (Continua a leggere dopo la foto)






Non tutti sanno che anche José Agostinho Becker infatti aveva giocato come estremo difensore in una squadra locale. La sua strada in famiglia è stata seguita con successo dai figli: non solo Alisson, vincitore di una Champions da protagonista nel 2019 con il Liverpool, ma anche fratello di Muriel, dodicesimo del Fluminense. (Continua a leggere dopo la foto)








Naturalmente il club brasiliano ha espresso il proprio dispiacere tramite il profilo Twitter ufficiale del club. Secondo quanto riportato dalla stampa brasiliana – che cita fonti di polizia – si sarebbe trattato di un drammatico incidente: l’uomo sarebbe caduto in acqua e sarebbe poi annegato. (Continua a leggere dopo la foto)

LONDON, ENGLAND – AUGUST 29: Alisson Becker of Liverpool looks dejected after losing the FA Community Shield final between Arsenal and Liverpool at Wembley Stadium on August 29, 2020 in London, England. (Photo by Andrew Couldridge/Pool via Getty Images)

 


Nel 2018 in un’intervista citata dal Daily Star quest’oggi, Alisson raccontò della presenza del gene del portiere nella famiglia Becker: “Ho una famiglia di portieri. Mio padre ha giocato con la squadra del lavoro, mia madre giocava a pallamano a scuola, e mio nonno ha giocato a calcio a livello amatoriale. Dopo tutto ciò, è arrivato mio fratello a giocare ed è iniziato a piacere anche a me”.

Ti potrebbe anche interessare: “È il momento dell’addio”. Elisa Isoardi, la svolta: la sua vita cambia di colpo. “Mi sembra giusto così”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it