“Un gesto che non dimenticherò mai”. Francesco Totti e quel retroscena su Maradona. Viene fuori solo ora


La morte di Diego Armando Maradona ha scosso tutto il mondo, non solo quello legato al calcio. Dall’Argentina a Napoli in questi giorni sono milioni le persone colpite come se fosse scomparso un loro caro. E ovviamente sono tanti i calciatori che hanno un ricordo vivido del fuoriclasse argentino, fra tutti Francesco Totti ha deciso di ricordare un curioso aneddoto a Verissimo, ospite di Silvia Toffanin.

La puntata andrà in onda domani, sabato 28 novembre, ma già adesso possiamo svelarvi qualche anticipazione. Totti aveva un legame particolare con Diego, un rapporto bellissimo, come lui stesso lo definisce. La morte del “Pibe de Oro” ha provocato una profonda tristezza anche in Totti, che però vuole ricordare così il numero 10 per eccellenza: “Lui è ancora qui con noi. Le emozioni che ci ha lasciato sono irripetibili”. E ancora: “Rimarrà qui sulla terra perché era diverso da tutti gli altri”. (Continua a leggere dopo la foto)






Totti descrive Diego non solo come un fuoriclasse in campo, ma anche come una persona straordinaria fuori e preferisce ridordarlo come se non se ne fosse mai andato. Effettivamente sono così tanti a ricordarlo che sembra quasi che Maradona sia ancora con noi. Poi Totti rivela un episodio legato al giorno in cui ha detto addio al calcio. Francesco, che ha vissuto il suo addio come tutti i grandi calciatori con grande passione, ha rivelato che Maradona è stato tra i primi a chiamarlo per sostenerlo e rassicurarlo, dicendogli di restare tranquillo. (Continua a leggere dopo la foto)






Francesco Totti, ricordando la chiamata di Diego ha ammesso, commosso: “È stato un gesto che porterò sempre con me”. Intanto da più parti si rilancia l’idea di organizzare un evento in memoria del Pibe de Oro. Già a Napoli sindaco e società hanno annunciato di voler dedicare lo stadio San Paolo a Diego. E Totti non è da meno: ha già annunciato di essere favorevole a prendere parte ad una gara in suo onore: se lo chiamassero risponderebbe subito sì alla convocazione. (Continua a leggere dopo la foto)



 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Francesco Totti (@francescototti)

Nel frattempo si continuare a giocare in un’atmosfera del tutto particolare, cioè senza tifosi per evitare il diffondersi del contagio. Totti non fa fatica ad ammettere che “con gli stadi vuoti non è più calcio”. E spera, ovviamente, che presto si possa tornare alla normalità. Infine, sul Natale in arrivo, l’ex numero 10 della Roma ha affermato che spera di poterlo passare in famiglia. Di sicuro per lui che ha perso il papà da poco tempo non sarà un Natale come gli altri.

“Vi prego!”. Maradona, caos alla camera ardente. In preda alla disperazione lo chiede a gran voce

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it