Lutto nello sport. Il suo talento si è spento a 21 anni: un tragico incidente non le ha lasciato scampo


Lutto nel mondo dello sport, muore a sol 21 anni Laura Salvo. La tragedia colpisce il mondo dei rally e lascia senza parole. È accaduto durante la corsa di una gara del Rally Marina Grande in Portogallo, quando La Peugeot 208 guidata dal suo compagno, Miguael Socias è uscita fuori strada. A bordo del mezzo anche Laura, nel ruolo di co-pilota.

Dopo essere uscito fuori strada, il mezzo è stato investito da un tronco d’albero, caduto proprio sul lato passeggero. Laura è stata colpita violentemente e il momento dell’impatto è stato fatale. Per quanto riguarda il pilota nonché compagno della giovane, questo è stato trasportato in ospedale e non risulta in pericolo di vita. Per Laura Salvo, nessun tentativo è riuscita a riportarla in vita. (Continua a leggere dopo la foto).






Un lutto che ha lasciato senza parole tutti, assorti in un profondo dolore. Così si è espresso il presidente dell’Automobile Club Grande Marinha, Nuno Pinto: “Il nostro staff e i mezzi di soccorso sono arrivati ​​sulla scena in circa due minuti, facendo tutto il possibile per salvare la giovane e cercando di rianimarla. La ragazza è stata portata in una zona dove fosse possibile l’arrivo di un elicottero di emergenza medica, ma alla fine è morta sul posto. Alla famiglia, gli amici e il resto del suo team va tutta la mia vicinanza”. (Continua a leggere dopo la foto).






Laura era una ragazza di origini spagnole, di Valencia, e aveva deciso di intraprendere la carriera nello sport prestando assistenza a Socias. Non supera con una vittoria quella che per lei avrebbe rappresentato la quinta prova del campionato portoghese, nonché il secondo appuntamento valido per la Peugeot Rally Cup Iberica 2020. Per Laura Salvo il percorso professionale stava spiccando il volo. Una giovane donna con un sano senso della giustizia, da poco laureata in legge. (Continua a leggere dopo le foto).



Nella vita di Laura Salvo tante le attività che hanno sempre richiesto impegno e dedizione. Oltre al rally, Laura sperava un giorno di poter entrare nel corpo di polizia, senza per questo tralasciare l’attività appresa dal padre, già pilota, ovvero quella motoristica. Un vuoto incolmabile quello lasciato dalla talentuosa 21enne nel cuore di quanti hanno avuto la fortuna di conoscerla.

Trovata morta nel letto a 18 anni. Maria Chiara se n’è andata nel giorno del suo compleanno: è giallo sulle sue ultime ore

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it