“È successo in questi giorni”. Alex Zanardi, la notizia ufficiale. Come sta il campione ferito nell’incidente in handbike


C’è ottimismo nelle parole del dottor Claudio Costa, il medico che ha in cura Alex Zanardi, il campione di handbike rimasto gravemente ferito in un incidente stradale avvenuto il 19 giugno lungo la statale 146 nel comune di Pienza. Zanardi era uno dei principali protagonisti di Obiettivo Tricolore, una corsa non competitiva che stava attraversando la Toscana e che vede tra i partecipanti anche alcuni atleti paralimpici.

Tre mesi dopo l’incidente che ha coinvolto uno degli sportivi più amati d’Italia, si intravede una speranza di riabilitazione. L’ex pilota è un lottatore, e anche questa volta lo sta dimostrando, spiega il dottor Claudio Costa. “Sta reagendo agli stimoli visivi e sonori. Io lo vedo già alle Olimpiadi”, ha detto entusiasta il medico in un’intervista a La Stampa. Il campione paralimpico, secondo gli ultimi bollettini, starebbe reagendo agli stimoli visivi e sonori. (Continua a leggere dopo la foto)






“Ha iniziato la fisioterapia neurologica che in medicina è quella fase in cui si aspettano le sorprese e i miracoli. – ha detto ancora – Ho visto miglioramenti, dà risposte agli stimoli, stringe le dita, gli stanno rieducando la testa. Ha un fisico da fantascienza e una mente straordinaria, lo so che questa volta si parla del cervello, ma sono sicuro che lui saprà inventarsi qualcosa con quello che è rimasto“, ha concluso il dottor Costa. (Continua a leggere dopo la foto)






Nel corso della permanenza a Siena Zanardi è stato operato tre volte. Lo scorso 21 luglio, dopo il risveglio dal coma famarcologico, Zanardi è stato trasferito nel lecchese nel centro di riabilitazione funzionale di Villa Beretta dell’ospedale Valduce. Successivamente è stato ricoverato nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale San Raffaele di Milano dopo un aggravamento delle condizioni cliniche e sottoposto ad una nuova operazione. (Continua a leggere dopo la foto)



 

Nei giorni scorsi stata depositata la perizia sull’incidente nel quale è stato coinvolto il campione paralimpico. L’handbike su cui viaggiava il campione lo scorso 19 giugno in provincia di Siena, era regolarmente funzionante dal punto di vista meccanico. E inoltre il manto stradale non sarebbe stato ammalorato, cioè non presentava difetti.

 

Cinema in lutto, addio al grande attore. Tutta l’Italia lo ricorderà per quell’indimenticabile ruolo

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it