“Ora si riparte”. Sinisa Mihajlovic, finalmente una bellissima notizia per l’allenatore del Bologna


Negativo a due tamponi per il Coronavirus. L’allenatore del Bologna Sinisa Mihajlovic è guarito. Il tecnico, dunque, potrà riprendere la sua regolare attività e martedì sarà al centro tecnico di Casteldebole per dirigere la squadra. Mihajlovic era risultato positivo dopo una vacanza in Sardegna, risultando asintomatico. Il tecnico serbo si lascia dunque alle spalle il virus e le polemiche dalle quali era stato investito, dopo essere stato ripreso nelle sue vacanze con Flavio Briatore e a una partita di calcetto.

“Ho seguito le regole e dico no alle critiche”, aveva detto nei giorni scorsi Sinisa, che nell’immediatezza della notizia della sua positività era stato difeso anche dalla moglie Arianna: “Non giudicate, siamo tutti peccatori”, aveva scritto in un post su Instagram. Si chiude così un altro capitolo dell’ultimo anno complicatissimo di Mihajlovic, che nel luglio del 2019 saltò il ritiro in seguito agli esami medici che evidenziarono la leucemia. (Continua a leggere dopo la foto)






La conseguenza furono diversi cicli di chemioterapia e il trapianto di midollo il 29 ottobre 2019, cure che lo costrinsero ad allenare a distanza per buona parte della passata stagione. Ha saltato anche l’ultimo ritiro del suo Bologna, dopo la notizia della positività al Covid del 23 agosto. (Continua a leggere dopo la foto)






Da allora, ha trascorso in isolamento le sue giornate, senza mai accusare sintomi, osservando gli allenamenti della squadra in streaming. Ora finalmente la ripresa. “Nelle ultime due stagioni non sono stato molto fortunato, ma dopo la leucemia vincerò anche questa”, aveva promesso un paio di giorni fa. (Continua a leggere dopo la foto)



 


Sinisa comincerà a mettere mano alla sua creatura, piena di giovani ma anche rinforzata dall’altro elemento esperto che “debutterà” con la maglia del Bologna, ovvero Lorenzo De Silvestri che – in attesa dell’ufficialità d’acquisto – comincerà ad allenarsi coi nuovi compagni dopo quattro anni di Torino e dopo gli allenamenti in solitaria di questi giorni.

Ti potrebbe anche interessare: “Sei stata una grande insegnante!”. Paola, morta a 46 anni durante la lezione online

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it