Lutto nel calcio: a 30 anni stroncato dalla leucemia. “Sei stato un guerriero fino alla fine”


Si chiamava Luca Iannamorelli ed era non soltanto un ragazzo di 30 anni, ma anche un calciatore dilettante. Il ragazzo si è spento nella mattinata di ieri all’ospedale di Pescara. Luca stava lottando da mesi contro la leucemia e si trovava in ospedale da qualche giorno per un nuovo ciclo di chemioterapia, come scrive oggi Ornella La Civita sul quotidiano Il Messaggero: di ruolo attaccante, era molto noto in Abruzzo, un giocatore di riferimento delle serie minori. Attualmente era tesserato per la Polisportiva Morronese, ma negli ultimi anni aveva giocato anche per l’Aurora Sulmona (24 reti tra il 2014 e il 2017).

Con la Morronese, tra Prima e Seconda Categoria, in tre stagioni aveva segnato 14 gol: era fermo dalla fine del 2019, dopo aver scoperto della malattia che stava indebolendo il suo fisico. Il suo ultimo gol risale al 6 ottobre contro il Collarmele. Dolore in tutta Sulmona, dove Luca era molto conosciuto, un punto di riferimento per il calcio dilettantistico abruzzese. (Continua a leggere dopo la foto)






“Lo ricordiamo con la gioia di vivere ed il sorriso che trasmetteva sia dentro che fuori dallo spogliatoio” scrive il presidente della Polisportiva Morronese Costantino Cianfaglione. “Ha lottato tanto così come faceva in campo”, le parole del capitano della squadra Matteo Liberatore. La notizia ha gettato nello sconforto l’intera città e quanti hanno fatto il tifo per lui, nell’ultimo periodo, per la delicata battaglia che non lo ha visto mai tirarsi indietro, soprattutto per il suo carattere forte, un giovane abituato a scendere in campo e a lottare fino alla fine. (Continua a leggere dopo la foto)






Non a caso Iannamorelli era il bomber peligno, ha militato nella Morronese, la squadra delle frazioni, ma prima ancora nell’Aurora Sulmona. “Era la gioia della vita. Sempre con il sorriso e pronto a combattere e a buttare la palla dentro. Qualche giorno fa mi era passato a salutare. Siamo tutti scossi”- commenta il Presidente della Polisportiva Morronese, Costantino Cianfaglione. (Continua a leggere dopo la foto)



 


La sua tempra di attaccante lo avrà sicuramente aiutato a lottare fino in fondo contro il mostro della leucemia, a darsi i supplementari, a non arrendersi di fronte le cadute e le sconfitte. Oggi, nell’ospedale di Pescara dove si era recato per sottoporsi a nuove cure, è arrivato il triplice fischio. Sulmona è in ginocchio perchè il destino, ancora una volta, è stato troppo crudele. La salma è stata esposta presso la Casa Funeraria Caliendo Celestial, aperta dalle 9 alle 19. Il rito funebre sarà officiato mercoledì 22 luglio alle ore 11 presso la Chiesa di Cristo Re.

Ti potrebbe anche interessare: “Sei un principe…”. Alba Parietti la (super) dedica che non passa inosservata. Tutta per lui

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it