Lutto nel mondo dello sport. Muore a soli 32 anni mentre faceva un’immersione: “Addio campione”


Lutto nel mondo dello sport. Alex Pullin si spegne per sempre all’età di 32 anni. Il giovane è stato per ben due volte campione del mondo di snowboard. Il decesso è avvenuto vicino alla spiaggia della Gold Coast del Queensland, in Australia. Chumpy, soprannome del campione, è stato il portabandiera dell’Australia alle Olimpiadi invernali di Sochi del 2014.

Un attimo per perdere la vita. Alex Pullin perde la vita durante la pesca subacquea in apnea vicino a una spiaggia della Gold Coast del Queensland. Non solo campione del mondo di snowboard per ben due volte, ma anche rappresentante ufficiale della disciplina durante le Olimpiade del 2010 e del 2018. Giovanissimo e talentuoso, Pullin detto Chumpy era nato a Mansfield nello stato australiano di Victoria. (Continua a leggere dopo la foto).






Un’immersione di pesca subacquea e il campione è stato ritrovato privo di sensi sott’acqua da un subacqueo e poi condotto verso la riva dai bagnini accorsi dopo il lanciato allarme. Una vera e propria star della disciplina, stimato da tutti, Alex avrebbe compiuto il suo 33° anno di età il 20 settembre 1987. Mancava davvero poco per Alex raggiungere l’oro olimpico. (Continua a leggere dopo la foto).






Solo 32 anni e giù 11 gare all’attivo concluse con successo, che hanno portato a conseguire le due medaglie d’oro per i Mondiali di snowboard cross, di cui la prima nel 2011 e la seconda a breve distanza temporale, nel 2013. Ma non solo, perchè tra i suoi successi si annovera anche un bronzo in Sierra Nevada nel 2017 e il sesto posto in classifica nel 2018. (Continua a leggere dopo le foto).



La dinamica del decesso è stata raccontata da Justin Payne, responsabile del soccorso paramedico di Coolangatta e riportata dai media locali. Si apprende che Chumpy sarebbe andato incontro a una sincope causata da un’ apnea che non ha saputo sostenere a lungo. Nonostante il pronto soccorso immediato, il campione era ormai privo di sensi. Nulla da fare per lui “nonostante si sia cercato di rianimarlo per 45 minuti, non è stato possibile salvargli la vita”.

Televisione in lutto. L’attore si è suicidato: aveva 35 anni. La scoperta choc nel suo appartamento

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it