“Addio, campione”. Lutto non mondo dello sport: Mario se ne va a soli 25 anni


Una notizia terribile cheta messo in ginocchio, ancora di più, lo sport italiano. A soli 25 anni è morto Mario Pavan, era un atleta. E la Fidal, la Federazione italiana atletica leggera, ha dato l’annuncio sul proprio sito ufficiale. La famiglia non ha voluto divulgare le cause della scomparsa, che in ogni modo comunque non è legata al Coronavirus. Pavan era anche laureato in ingegneria ed era anche molto attivo nel sociale, aveva fondato l’associazione ‘Africa Athletics’.

Era nato a Belgioioso, in provincia di Pavia, Pavan che aveva corso fino al 2018 per la ‘Cento Torri’. Nel 2016 aveva ottenuto i risultati migliori correndo i 400 in 47”89 e i 200 in 21”84 e aveva come personale nei 100 metri un tempo di 11”04. E aveva ottenuto il terzo posto nei Campionati Assoluti di Rieti nella 4×400 (3’09”61). (Continua a leggere dopo la foto)










Inoltre Mario aveva centrato piazzamenti di rilievo nei Campionati Italiani Juniores, 6° posto nei 400, e Promesse, 4° nella 4×400. Poi erano sopraggiunti dei problemi di salute che lo avevano fermato prima della successiva ripresa. (Continua a leggere dopo la foto)






Lo sfortunato atleta era anche il vicepresidente di Africa Athletics, un’associazione che aveva fondato e che come scopo aveva quello di aiutare lo sviluppo dell’atletica nei paesi africani, in particolare in quelli in cui questo sport non è ancora molto praticato. La Cento Torri di Pavia lo ha ricordato così: “Un atleta, un compagno di allenamenti e di fatiche, un ragazzo altruista che si era fatto conoscere anche in campo sociale con il progetto di Africa Athletics”. (Continua a leggere dopo la foto)



 


Mario, grazie al suo lavoro e a quello dell’altro fondatore Enrico Tirel e del socio Luigi Vescovi, è riuscito a portare in Africa tanto materiale tecnico e ha donato anche tanti pasti caldi, inoltre l’associazione ‘Africa Athletics’ ha offerto delle borse di studio ai ragazzi più bravi nello studio e nello sport.

Ti potrebbe anche interessare: Coronavirus, vaccino: in Gran Bretagna via alla sperimentazione sull’uomo

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it