“Non vedo l’ora di cominciare”. Grande gioia in casa Schumacher per la notizia straordinaria che ha portato un momento di festa in famiglia. Proprio il giorno di Natale si avvera un desiderio


 

Un momento di grande gioia in casa Schumacher: “Non vedo l’ora di cominciare”, sono parole importanti pronunciate all’alba di un giorno memorabile. Infatti, cin queste parole Mick, il figlio 17enne del sette volte campione di Formula Uno Michael, ha commentato la notizia che nel 2017 correrà nell’Europeo F3 col team Prema. Il figlio d’arte – come riportato dalla Gazzetta dello Sport – affronterà la sua terza stagione in monoposto dopo aver gareggiato nel campionato tedesco F4 nel 2015 (vincendo una gara) e in quello tedesco e italiano nel 2016 (arrivando secondo in entrambe le serie dietro all’australiano Joey Mawson e all’argentino Marco Siebert). “La F3 sarà un salto in avanti ideale per me – ha detto Mick – non vedo l’ora di cominciare. Sono contento di correre con la Prema che è un team molto professionale in cui potrò imparare molto”. Un momento veramente importante per il giovane sportivo che sempre di più sta seguendo le straordinarie gesta paterne, confermando di giorno in giorno il suo grande talento. (Continua a leggere dopo la foto)



“Siamo contentissimi di poter continuare a lavorare con Mick anche nel 2017 – ha dichiarato il team principal della Prema, Angelo Rosin.L’entusiasmo di Rosin prosegue: “Non è soltanto un pilota molto dotato, ma anche un grande ragazzo che ha già mostrato di avere tutte le doti per diventare un professionista di primo livello. Debuttare in una categoria come la F3 non sarà semplice, ma saremo al 100% con lui, per aiutarlo e sostenerlo, e per permettergli di continuare a impressionare come ha fatto nella scorsa stagione”. 

(Continua a leggere dopo le foto)



 

Mick Schumacher ha già sostenuto alcune serie di test con la nuova vettura da F3 e vinto l’Indian-run MRF Challenge, nel corso di una stagione invernale con cui intende prepararsi al meglio per il debutto nel nuovo campionato.Classe 1999, il primogenito di Michael ha debuttato nel mondo dell’automobilismo nel 2008. Per evitare un’eccessiva attenzione da parte dei media e per cercare di ritagliarsi un suo spazio personale, visto il suo cognome pesante, ha iniziato la sua carriera con lo pseudonimo di Mick Betsch, nome da nubile di sua madre.

Ti potrebbe interessare anche: Choc e rabbia a casa Schumacher. “La foto del pilota nel suo letto che mostra le sue reali condizioni”. La famiglia costretta a rompere il silenzio. Si parla di un milione di dollari