Sport in lutto, addio alla leggenda della Formula 1


Una bruttissima notizia colpisce il mondo dei motori e della Formula 1. Il mito dell’automobilismo inglese, Sir Stirling Moss, è deceduto nelle scorse ore. Aveva 90 anni. Lui è stato una vera e propria leggenda del Regno Unito, da molti considerato il più forte pilota a non essere mai riuscito ad ottenere un titolo mondiale. Moss è morto al termine di una lunga malattia, all’interno della sua casa nel quartiere Mayfair nella capitale Londra. Una grave perdita per lo sport in generale.

Ad annunciare la triste news è stata la moglie Susie, che gli è stato vicino fino all’ultimo momento: “Lui è morto come ha vissuto, sembrando meraviglioso. Ormai era semplicemente stanco. Ha chiuso i suoi bellissimi occhi ed è finita così”. Stirling è sempre stato ritenuto un personaggio iconico sia dell’automobilismo britanniche che internazionale. La sua caratteristica principale è stata la versatilità, infatti ha corso nella sua carriera in diverse specialità. (Continua dopo la foto)










Ha vinto ben 212 delle 529 gare disputate nell’arco della sua vita professionale, ottenendo anche il successo nella Mille Miglia. Ma non ha mai ottenuto il Mondiale di Formula 1, nonostante sia stato tra i più forti e competitivi. Tra il 1955 e il 1961 riuscì a collezionare quattro secondi posti e tre terzi posti in sette stagioni. Complessivamente sono stati 16 i Gran Premi vinti, dunque è stato il pilota con più affermazioni senza però riuscire ad avere il titolo mondiale. (Continua dopo la foto)






La sua lunga carriera automobilistica, contraddistinta quindi da livelli altissimi, si concluse nel 1962. Si dovette infatti ritirare dalle corse dopo un brutto incidente nel ‘Festival della velocità di Goodwood’. Rimase in coma per circa un mese e poi restò paralizzato per ulteriori 6 mesi. Il suo personaggio è stato talmente importante in tutto il Regno Unito, a tal punto che diede vita ad un modo di dire popolare, che ancora oggi è utilizzato dai poliziotti. (Continua dopo la foto)



Gli agenti infatti, quando fermano qualcuno per eccesso di velocità, sono soliti affermare: “Ma chi ti credi di essere, Stirling Moss?”. Nonostante la sua morte quindi, questo modo di dire usato dalla Polizia inglese in un certo senso permetterà di farlo diventare eterno. Nel 2008 gli fu anche dedicato un modello speciale della Mercedes-Benz SLR McLaren, denominata SLR Stirling Moss.

“Un dramma”. Alberto Urso si confessa per la prima volta: il suo dolore viene fuori dopo settimane

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it