Ma è davvero Gigi Buffon? Il numero uno della Juventus, che a breve divnenterà papà bis, è sceso in campo così prima del derby con il Torino. Le critiche (ingenerose) non sono mancate


 

 

Per essere il migliore di tutti gli manca solo una cosa, anzi due: vincere una Champions League, traguardo maledetto come la foglia che cadde tra le spalle del povero Sigfrido mentre faceva il bagno nel sangue del drago, e mettere un pallone d’oro in bacheca, premio che nella storia del calcio solo il ragno nero Yashin riuscì a ottenere. Certo, quella parata nel supplementare di Italia – Francia del 9 luglio 2006 su colpo di testa di Zidane vale come una coppa del mondo honoris causa ma per essere il numero uno ancora non basta. E siccome di strada davanti ce ne sta ancora tanta, per ora super Gigi ha deciso di primeggiare nel look, presentandosi con baffi e pizzetto all’Olimpico di Torino, nel derby contro il Toro. Uno stravolgimento a sorpresa che ha lasciato senza parole in molti, soprattutto le fan del portierone bianconero che, a sentire il gossip, presto diventera’ padre per la seconda volta da Ilaria D’Amico. Insomma, un periodo ricco di novita’ per Buffon che, nei giorni scorsi, si e’ candidato con discrezione alla guida della Nazionale. (Continua dopo la foto)



E Ventura, attuale tecnico degli azzurri, che aveva rilancia a metà. “Il calcio è il mio mondo da 32 anni. E ho avuto la fortuna di viverlo come un tarlo dal di dentro, ricavandone le mie verità. Il campo è la parte più bella, ti regala emozioni che danno senso alla vita – dice Buffon – Un ruolo di allenatore con la sua quotidianità non mi piacerebbe. Un ruolo da c.t. invece non lo escluderei a priori: mi rimarrebbero le emozioni del campo, ma anche un po’ di libertà per dedicarmi ad altre cose”.

(continua dopo le foto)

 

 


 


Parole riprese dal giornalista Mario Sconcerti che al Corriere della Sera ha voluto dare qualche consiglio al numero uno: “È stato anni con Capello, Ancelotti, Lippi, Conte, Allegri, tutti grandi allenatori e quasi dello stesso tipo di calcio. Mi sembrerebbe strano non sapesse leggere una partita o sbagliasse clamorosamente una marcatura. Avrebbe l’esperienza e il fascino del fuoriclasse, una delle poche cose che i giocatori di oggi rispettano davvero. Per questo non è un uomo da tutte le stagioni. Se vuole allenare, lo faccia e buona fortuna”.

Si chiamano David Lee e Louis Thomas e i genitori (Gigi Buffon e Alena Seredova) li hanno sempre tenuti lontani dall’occhio del gossip. Ora, però, è proprio l’ex modella a postare una foto insieme a loro (e a svelare come sono diventati)