“Una maratona di sesso infinita. 35 hostess chiuse in una stanza e…”. L’incredibile retroscena sul famoso vip, noto per la sua fama di donnaiolo incallito, che ha lasciato letteralmente a bocca aperta i suoi tantissimi fan


 

Che la vita del grande James Hunt non si riducesse soltanto alle imprese su pista lo sapevamo da tempo. Il campione di Formula 1, scomparso nell’ormai lontano 1993, è sempre stato famoso anche per le sua fama di playboy incallito, al punto da aver cucito sulla sua storica tuta la frase, passata alla storia, “Il sesso è la prima colazione dei campioni”. In occasione della pubblicazione di un libro che ripercorre tutti i successi dell’asso del volante, il figlio Freddie ha raccontato proprio a questo proposito un episodio inedito che ha lasciato a bocca aperta i fan del pilota. Un retroscena piccante che non fa che confermare la passione di James per le donne: “Mio padre – si legge in un’anticipazione del testo riportata dal Daily Mail – nel 1976 ha fatto una vera e propria maratona di sesso con 35 hostess nell’hotel Hilton di Tokyo”.

(Continua a leggere dopo la foto)



Una vera e propria maratona che Freddie racconta con il sorriso sulle labbra: “Mio padre una volta ha detto di aver avuto nella vita circa 5mila donne. Se sia vero o no non sono in grado di dirlo. Di sicuro, però, non sono state poche. Ha sempre vissuto con il piede sull’accelleratore: macchine, alcol, droghe. E le immancabili scappatelle”.

(Continua a leggere dopo la foto)

 


E ancora: un incredibile inseguimento con la polizia, quando Hunt sfuggì a tre volanti che tentavano di fermarlo per eccesso di velocità. E quando, a pochi minuti dal via di un Gran Premio decisivo per l’assegnazione del Mondiale Piloti, fu beccato senza vestiti addosso in compagnia di una gentile donzella. Una vita sempre al massimo che ha reso il suo mito immortale.

“Ecco le sue condizioni di salute”. Schumacher, arrivano le ultime notizie sull’ex pilota Ferrari. Parla Montezemolo