“Mutilato, per sempre senza quel pezzo di corpo”. Un incidente banale si trasforma in tragedia. E tutta colpa della fede nuziale. Uno choc terribile proprio in un’occasione indimenticabile. Attenzione: immagini molto forti


 

Brutto incidente sul campo per il noto calciatore a cui è successa una cosa terribile e abbastanza disgustosa. Kevin McHugh  è – anzi, era – l’attaccante dei Finn Harps, club che milita nella Premier Division irlandese. Il numero 10 classe 1980 aveva intenzione di ritirarsi a fine stagione, ma un infortunio orribile ha messo fine anzitempo alla sua carriera. McHugh si è infatti mozzato il quarto dito della mano sinistra: un incidente dalla dinamica banale, ma dalle conseguenze nefaste e tutto questo a causa della nuziale. L’anello infatti si è incastrato in una recinzione del centro sportivo con cui l’attaccante dei Finn Harps, club che milita nella Premier Division irlandese, si stava allenando e lo strattone è stato micidiale.

(Continua a leggere dopo la foto)








Nonostante l’intervento di compagni, staff societario, medico e fisioterapista, il dito non si è staccato dalla rete e per liberare l’attaccante è stata necessaria l’amputazione. Quando parlano di catene per gli uomini che si sposano, normalmente si scherza, ma in questo caso la fantasia ha superato la realtà.

 

(Continua a leggere dopo la foto)






 

McHugh a questo punto si ritirerà dal calcio, visto che già aveva intenzione di appendere gli scarpini al chiodo alla fine di questa stagione. Racconta il sito della Gazzetta dello Sport:

“Non è il modo giusto che avevo scelto per dire addio al calcio, ma è andata così – ha dichiarato lo stesso McHugh alla BBC – Quando sono atterrato, dopo aver scavalcato, ho sentito qualcosa di strano, ho guardato la mano e il dito non era più lì. Ho subito guardato i miei compagni di club, Dessie McGlinchy e BJ Banda: erano bianchissimi in volto e in stato di shock, ho capito subito la gravità della situazione”.

(Continua a leggere dopo il tweet)

Intanto commenta amaro: “L’anello ha causato qualcosa di irreparabile con il dito, i medici non hanno potuto fare nulla. Ovviamente ci sto male, ma i medici han provato in tutti i modi. Direi che la mia carriera finisce qui, non credo proprio di poter tornare in campo prima della fine della stagione”.

Ti potrebbe interessare anche: “Ma che ha fatto? C’ha una panza che fa provincia”. Proprio lui che aveva un fisico mozza fiato, addome scolpito ed era pure fissato con lo sport… un tracollo memorabile

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it